Sant'Ambrogio sul Garigliano, preso a manganellate per aver allontanato un cane randagio, denunciato un 36enne

È stato minacciato di morte e colpito con violenza perché avrebbe causato la fuga dell'animale al quale era affezionato la madre del giovane

Si era recato a casa di un 61enne, minacciandolo di morte e colpendolo con un manganello perchè avrebbe allontanato un cane randagio al quale la madre si era affezionata. Per questo motivo un 36enne di Sant'Ambrogio sul Garigliano. a conclusione delle indagini, è stato denunciato dai carabinieri di Sant'Apollinare. I fatti risalgono al giorno di ferragosto. L'uomo, denunciato per lesioni personali aggravate e minaccia grave con l'utilizzo di arma impropria, risultava già censito per reati analoghi. La vittima dell'aggressione è stato costretto a fare ricorso alle cure dei sanitari dell'ospedale di Cassino che gli hanno riscontrato un politrauma alla spalla sinistra, della regione orbicolare e dell’orecchio sinistro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento