Sant'Elia Fiumerapido, evade per sette volte dai domiciliari, ennesimo arresto per un 26enne

Il giovane stava scontando la pena per il reato di violenza sessuale nei confronti di un'infermiera dell'Umberto I di Roma

Evade per la settima volta dai domiciliari ma finisce di nuovo in manette. Protagonista della vicenda è un 26enne di Sant'Elia Fiumerapido, già censito per i reati di violenza sessuale minacce, atti persecutori ed altro. Il giovane è stato rintracciato dai carabinieri di Cassino che, non trovandolo nella propria abitazione dove stava scontando la pena, nella tarda serata di ieri hanno iniziato le ricerche "pizzicando" il 26enne in piazza Garibaldi.

La violenza sessuale su un'infermiera

Il ragazzo era sottoposto al regime degli arresti domiciliari dal GIP del Tribunale di Roma poiché tratto in arresto nella flagranza del reato di violenza sessuale commessa il 27 luglio 2017 presso il reparto ostetricia del Policlinico Umberto I di Roma, quando aveva commesso abusi su un'infermiera dello stesso reparto.

Di nuovo ai domiciliari

L’arrestato, trattenuto negli uffici della Stazione Carabinieri di Sant’Elia Fiumerapido, successivamente è stato tradotto presso il Tribunale di Cassino per l’espletamento del rito per direttissima che ha convalidato l’arresto e sottoposto l’uomo agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anagni, 15enne muore durante l' elitrasporto al Bambino Gesù

  • Sora, muore a soli 35 anni l'autotrasportatore Gianluca Caschera

  • Villa Santa Lucia, va da un concessionario per acquistare una nuova auto e muore

  • Cassino, raccapricciante scritta nei confronti del segretario della Lega giovani

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento