Un lauto pranzo di 'Pasquetta' a scrocco, scappano senza pagare un conto da 400 euro

Dieci giovani residenti in provincia di Salerno avrebbero raggirato la titolare di un agriturismo di Sant'Elia Fiumerapido. I carabinieri denunciano un ventunenne per 'insolvenza fraudolenta'

Foto dal web

Hanno festeggiato la Pasquetta 'scroccando' un pranzo ad una povera ristoratrice di Sant'Elia Fiumerapido. Un danno da 400 euro quello commesso da una comitiva composta da dieci persone residenti nel salernitano e che, secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri del paese, il Lunedì dell'Angelo, avrebbero pranzato lautamente per poi andare via senza saldare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

Ad essere stato denunciato per 'insolvenza fraudolenta' è stato uno dei componenti della brigata di scellerati che, nei giorni precedenti alla Pasquetta, aveva prenotato telefonicamente. Dieci coperti a prezzo fisso per 30 euro a persona. I dieci clienti, dopo aver consumato il pranzo, si sono allontanati senza pagare il conto. I tentativi di contattare telefonicamente il 21enne da parte della ristoratrice sono risultati essere vani. Per questo la donna ha allertato i carabinieri e poi sporto denuncia. Le indagini hanno consentito di appurare che il giovane era il titolare dell’utenza dalla quale era stata effettuata la prenotazione e per questo è stato denunciato. Dei 400 euro ovviamente neanche l'ombra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento