Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Scontro frontale, tre morti sulla Cassino-Formia (Foto)

Le vittime del drammatico incidente, avvenuto nei pressi di Castelnuovo Parano, poco dopo la mezzanotte, sono di San Giorgio a Liri e viaggiavano su una Golf. Feriti gravemente Mariangela Renzi e Massimiliano Verona di Cervaro

La scena dell'incidente

Tre uomini, tutti residenti a San Giorgio a Liri, sono deceduti in un gravissimo incidente stradale avvenuto poco dopo la mezzanotte lungo la Cassino-Formia in territorio di Castelnuovo Parano. A scontrarsi frontalmente sono state una Bmw X3 ed una Golf. Le vittime erano a bordo della Golf.

Una dinamica da ricostruire

A perdere la vita sono stati Gianluca Domenicone di ventuno anni e Franco Nardone di 44 anni di San Giorgio. Morto anche Antonio D'Alterio, 30 anni residente a San Giorgio ma nativo di Villaricca in provincia di Napoli, padre di due bambini. Nello schianto è rimasto coinvolto un suv BMW con a bordo un uomo e una donna di Cervaro rimasti gravamente feriti. Mariangela Renzi e Massimiliano Verona, dapprima trasportati al 'Santa Scolastica' di Cassino sono poi stati trasferiti al policlinico 'Umberto Primo' di Roma in coma. La strada è stata chiusa al traffico e sul posto stanno lavorando i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino, diverse ambulanze dell'Ares 118 ed i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo che stanno lavorando per ricostruire l'esatta dinamica del violentissimo scontro frontale.

La cena in comitiva e poi la morte

Le vittime avevano cenato insieme ad un gruppo di amici nel ristorante Il Passeggero. Avevano poi deciso di fare una passeggiata a Formia. Lungo la via il drammatico frontale avvenuto sotto gli occhi degli altri conoscenti che viaggiavano su vetture separate. Mariangela Renzi e Massimiliano Verona, lei molto conosciuta a Cassino per aver gestito per anni il negozio 'Pensiero volante' e lui stimato dipendente del gruppo Eco Liri, stavano facendo ritorno a casa. L'impatto è stato talmente tanto violento che i corpi delle tre vittime sono stati resi irriconoscibili e per questo il magistrato Roberto Bulgarini Nomi ha disposto il riconoscimento delle stesse attraverso l'esame del DNA.

seguono aggiornamenti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro frontale, tre morti sulla Cassino-Formia (Foto)

FrosinoneToday è in caricamento