Segni, ambulanti del mercato ancora in agitazione. Dopo lo sciopero e le 1000 firme situazione ancora in stallo

A distanza di qualche mese dal clamoroso sciopero degli ambulanti di fine novembre, oggi a Segni si torna a parlare del mercato settimanale con un manifestino diffuso dal Coordinamento dei commercianti dal titolo eloquente: Vogliamo salvare il...

Segni mercato

A distanza di qualche mese dal clamoroso sciopero degli ambulanti di fine novembre, oggi a Segni si torna a parlare del mercato settimanale con un manifestino diffuso dal Coordinamento dei commercianti dal titolo eloquente: Vogliamo salvare il Mercato settimana di Segni.

“Cittadini, dopo il nostro sciopero del 25 novembre 2015 contro le esose richieste per il posteggio da parte dell’amministrazione comunale di Segni, abbiamo più volte cercato – si legge appunto nel volantino - di instaurare un tavolo di trattative con il Sindaco Boccardelli e l’assessore Vittori al fine di poter arrivare ad un accordo equo e congruo per il pagamento del posteggio. A tutt’oggi non ci è stata data la possibilità e dalla giornata di oggi saremo stabilmente in stato di agitazione perché: Noi vogliamo salvare il mercato settimanale di Segni e siamo sicuri che non mancherà il Vs appoggio come già avete dimostrato con le vostre 1000 firme a sostegno del nostro sciopero. Il mercato è dei cittadini di Segni. Ed i cittadini di Segni non vogliono sicuramente che noi operatori abbandoniamo questo mercato a causa delle esose richieste di questa amministrazione comunale. Sosteneteci”. L’annosa vicenda, quindi, nonostante lo sciopero e le manifestazioni non sembra trovare una soluzione con l’amministrazione Boccardelli che resta ferma sulle loro decisioni, ma di fatto il costo del canone di affitto per gli ambulanti resta molto alto e di questo passo si rischia di perdere il mercato settimanale.

DF

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento