menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
cava segni

cava segni

Segni,  chi garantisce le fideiussioni sulla cava? Un'altra tegola sull'amministrazione comunale

Il 6 ottobre 2015 è stata protocollata presso il Comune di Segni una richiesta di chiarimenti al Sindaco, agli Assessori ed ai Consiglieri riguardo le vicende che ruotano attorno alla cava di calcare in via Traiana 1, della quale si riporta per...

Il 6 ottobre 2015 è stata protocollata presso il Comune di Segni una richiesta di chiarimenti al Sindaco, agli Assessori ed ai Consiglieri riguardo le vicende che ruotano attorno alla cava di calcare in via Traiana 1, della quale si riporta per sommi capi il contenuto.

In questo documento si racconta che: "la Soc. ESGRA srl è concessionaria per l'escavazione di calcare e che tale concessione sia stata data per la durata di cinque anni con delibera g.m. n°15 del 04/06/2009.

In data 21/07/2009 il Comune di Segni revocava, inoltre, con delibera n°87 la delibera n°65 del 28/05/2009 con la quale, invece, si prevedeva la locazione ventennale dello stesso terreno.

A tale decisione la soc. ESGRA opponeva ricorso al TAR e, per evitare i lunghi tempi di tale procedimento, la Società ed il Comune giungono, nel 2011, ad un atto di transazione stragiudiziale che conferma la validità della concessione rilasciata nel 2009, salvo alcune modifiche.

Ma nel 2011 il Comune di Segni non ha richiesto di aggiornare le garanzie fideiussorie, come da prassi propedeutiche al recupero ambientale, ma ha considerato sufficienti a garantire l'ente quelle presentate nel 2009. Per la precisione due polizze da 196.944,00 euro e di 200.640,00 euro accese presso l'istituto finanziario ALBATROS INVEST spa nel 2008.

Si ricorda poi che l'articolo 17 comma 4 della Legge Regionale n°24 del 1998 recita:

"Contemporaneamente all'avanzamento dei lavori di escavazione assentiti ai sensi dei commi 2 e 3 e' obbligatorio procedere con opere di rimodellamento del suolo in accordo con la morfologia dei luoghi; le aree escavate sono comunque sottoposte ad obbligo di risanamento e riqualificazione paesistico-ambientale; l'intervento di risanamento e' attuato progressivamente rispetto all'avanzamento di quello estrattivo e comunque non può iniziare ad ultimazione di quest'ultimo; gli adempimenti ed obblighi assunti per l'intervento di risanamento e riqualificazione ambientale devono essere garantiti con polizza fidejussoria rimessa all'amministrazione comunale cui e' demandata la vigilanza; qualsiasi utilizzazione delle aree dismesse dall'attività estrattiva è in ogni caso subordinata al recupero e al risanamento paesistico-ambientale."

Dopo questa premessa il signor..........chiede al Sindaco di sapere se le opere di risanamento e riqualificazione ambientale vengano attuate progressivamente e contestualmente a quelle estrattive e quale vigilanza è in vigore per il rispetto di tale adempimento.

Ed ancora si chiede se si sia accertata la validità delle polizze fideiussorie presentate dalla soc. ESGRA a garanzia degli obblighi assunti riguardo gli interventi di risanamento e riqualificazione ambientale, considerato che l'istituto finanziario ALBATROS INVEST spa risulterebbe cancellato dall'elenco degli intermediari finanziari, e quindi non in possesso dei requisiti di legge, dal 15/12/2006.

Tale società sembrerebbe essere stata coinvolta in indagini giudiziarie e ci sarebbero dubbi su una possibile solvenza dell'istituto."

A questo punto i cittadini si chiedono quali iniziative ed atti amministrativi il Sindaco intenda attuare per verificare le situazioni prospettate e cosa accadrebbe se si verificasse la non validità delle fideiussioni e della concessione.

Alessandro Verrelli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento