Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Processo Mollicone, oggi il giorno della verità per il carabiniere Francesco Suprano

Il presidente della Corte d'Assise potrebbe decidere di estromettere l'appuntato dal processo per la morte della studentessa di Arce per avvenuta prescrizione del reato di favoreggiamento

Il carabiniere Francesco Suprano

Il lunghissimo lasso di tempo trascorso dall'uccisione di Serena Mollicone potrebbe mostrare oggi le prime conseguenze: il presidente della Corte d'Assise del tribunale di Cassino, Massimo Capurso, dovrà decidere se estromettere o meno dal processo il carabiniere Francesco Suprano imputato di favoreggiamento, perché avrebbe nascosto la porta presente nell'alloggio della caserma dei carabinieri di Arce e contro la quale Serena Mollicone avrebbe sbattuto la testa.

Tutti i nsotri articoli sulla vicenda dell'omicidio di Serena Mollicone

Per l'accusa il sottufficiale avrebbe agito su disposizione del suo comandante, l'ex maresciallo della stazione dei Carabinieri di Arce, Franco Mottola accusato insieme alla moglie Annamaria ed al figlio Marco, di omicidio volontario ed occultamento del cadavere di Serena Mollicone. 

La tesi difensiva degli avvocati Cinzia Mancini ed Emiliano Germani è stata incentrata tutta sulla  richiesta avanzata alla Corte d'Assise nell'udienza dello scorso 16 aprile: l'estromissione del loro assistito in base a dei principi cardine del diritto che vieta all’imputato di essere giudicato due volte per gli stessi fatti (in cosiddetto ne bis in idem).

Nel 2016 il gip ha disposto l'archiviazione della posizione di Francesco Suprano che è sempre stato interrogato come persona informata dei fatti nel 2008, nel 2011 e nel 2016: quindi mai come indagato e mai alle presenza di un avvocato. Ed infine sarebbe l’intervenuta prescrizione del reato di favoreggiamento. “Ammesso che Suprano ha nascosto la porta, ammesso che il reato si è consumato nel 2008 - hanno evidenziato nell'udienza del 16 aprile i due avvocati-, è intervenuta la prescrizione. Sono passati 13 anni dal giorno in cui c’è stato il verbale di riconsegna della porta”. La decisione della Corte  sarà resa nota dopo la controreplica del pubblico ministero Maria Beatrice Siravo.

+++ Aggiornamento alle 11 e 15 +++

La corte questa mattina ha rigettato la richiesta di estromissione del carabiniere Francesco Suprano, accusato di favoreggiamento, nel processo per l'uccisione di Serena Mollicone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Mollicone, oggi il giorno della verità per il carabiniere Francesco Suprano

FrosinoneToday è in caricamento