Serrone, emozionante ricordo dei caduti della grande guerra

Consegnati da S.E. Emilia Zarrilli, prefetto di Frosinone, degli attestati ai parenti delle vittime

 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Uno squillo di tromba, nella sala del consiglio comunale,  per  ricordare che i morti caduti della grande guerra .

Ricordati i 54 caduti

Così, nel giorno della Festa delle Forze Armate, l’amministrazione comunale di Serrone, ha ricordato i 54 caduti della prima guerra Mondiale  con la consegna di attestati ai parenti  delle vittime  alla presenza del prefetto di Frosinone S.E. Emilia Zarrilli,   del Sindaco Natale Nucheli e della Fanfara dei bersaglieri “Monti Lepini-Valle dei Latini”.

Consegna degli attestati a ricordo dei caduti

E’ stata, per i presenti una doppia emozione, quella di ascoltare il concerto della Fanfara dei bersaglieri e poi, nella sala del Consiglio Comunale, assistere alla consegna ai pronipoti o affini di una pergamena a ricordo dei cadutii la cui “storia è semplicissima ed è uguale per ciascuno. Agricoltori o pastori quasi tutti, avevano nella quiete dei campi costruito il nido ove la mamma, la sposa, i figlioletti erano la loro vita. Ma divenuti fanti andarono, andarono di pianura in pianura in  pianura, di monte in monte, armati di un fucile e di una vergine anima e consumarono  il luminoso sacrificio con l’ingenuità santa degli umili, con l’eroismo silenzioso che rimane quasi sempre ignorato, senza testimonianze e senza medaglie”.  così si legge nel libro “ I montanari dello Scalambra” di Romolo Fulli, con fregi di Duilio Cambellotti.

Il commento del sindaco Nucheli

"Un pensiero importante per una patria libera e democratica, che abbiamo voluto fare con il cuore" ha affermato il sindaco Natale Nucheli, affiancato dagli assessori Antonietta Damizia ,  Emiliano Campoli e  Bruno Pagliaro, e  Antonella  Sperati e da un folto pubblico.  
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento