Serrone, è partita dalla terrazza del San Michele la V edizione delle olimpiadi Gastronomiche

  Di Giancarlo Flavi Durante la serata delle Olimpiadi Gastronomiche che si è svolta al San Michele di Serrone (prima tappa della quinta edizione) sono stati presentati dallo chef abruzzese Federico Anzellotti  i Panettoncini  Italia, con...

 


Di Giancarlo Flavi

Durante la serata delle Olimpiadi Gastronomiche che si è svolta al San Michele di Serrone (prima tappa della quinta edizione) sono stati presentati dallo chef abruzzese Federico Anzellotti i Panettoncini Italia, con quaranta colori diversi per le 20 regione italiane che faranno il giro del mondo con l’Alitalia.

serrone 9

Il gusto ed i sapori ciociari hanno chiuso una bella serata gourmet facente parte del circuito delle olimpiadi gastroniche che vedono la partecipazione di diversi chef dei circoli romani come l’Antico Tiro a Volo, Corte dei Conti, Canottieri Lazio, Canottieri Roma ecc

A Serrone, lo chef Filippo Ceniccola ha proposto l’aperitivo con: l’aperiolio con la carta del pane e dell’olio, Prosecco di Valdobbiadene e cocktail analcolici. Poi si è passati agli antipasti con buffet di pizze gourmet con le prelibatezze Sabelli: formaggi speziati al tartufo, al peperoncino, alle olive verdi, burratina, stracciatella e treccione di bufala e ricotta di latte in colapasta Saca. Primo Piatto: Carnaroli al Cesanese con fondente di Pecorino di Picinisco. Il secondo piatto presentato con una veste di eleganza e gustosità dei sapori formato da petto d’anatra con mela renetta caramellata e riduzione di arancia e lime con purè allo zafferano. Dessert: Ravioli alla crema pasticcera con purea di lamponi.

Durante la serata ci sono state le presentazioni del dott. Lorenzo Palazzoli che ha parlato delle qualità organolettiche dell’olio Quattrociocchi di Alatri, dello chef pasticcere Federico Anzellotti che ha illustrato i suoi panettoncini italiani (video in alto) rappresentanti tutte le regioni italiane ad esempio: Dolcezze dell’emilia Romagna- Amarena. Per il Lazio La Castagna, per l’Abruzzo il Montepulciano, per la Toscana i Cantucci per la Campania il Fico bianco e così via che vogliono essere dei nuovi "ambasciatori" delle dolcezze italiane nel mondo.

L’iniziativa partita dalla fervida da mente dell’instancabile collega Sergio Rossi fondatore della rivista e del sito tennis.it, arrivato a Serrone con la figlia Michela Rossi e Roberto Riccardi e un rappresentante dell’Accademia della Cucina Italiana. A rappresentare Serrone il Sindaco Natale Nucheli che ha portato i saluti della città, il vice sindaco Gabriele Lolli, oltre ad alcuni consiglieri come Proietto e Moscetta ed altre persone che hanno potuto gustare leccornie di prim'ordine ciociare.

Di fatto, la quinta edizione di questa simpatica iniziativa del tour delle olimpiadi gastronomiche 2017 è partita dalla splendida terrazza del San Michele a Serrone, dove una vecchia cinquecento piena di Ciammelle Serronesi ( ne dolci ne salate ma buone con tutto) e altri prodotti locali ha accolto gli ospiti con i "padroni di casa" Barbara Proietto e Fabio Lolli ed al suo qualificato staff.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento