rotate-mobile
La sentenza

Sesso con minorenni 'casa famiglia': operatrice condannata

I fatti sarebbero accaduti in una struttura di accoglienza della Valle dei Santi. La denuncia di un ragazzino ha fatto scattare le indagini

È stata condannata a due anni di reclusione una donna di 33 anni residente in un paese della Valle dei Santi, nel Frusinate. Il reato contestatole dalla Procura di Roma è quello di induzione alla prostituzione minorile. All’epoca svolgeva le mansioni di cuoca e addetta alle pulizie in una struttura della zona.

E per mesi dal 2015 al 2016 avrebbe approfittato sessualmente di alcuni giovani ospiti. Portandoli anche in stanze a pagamento. Il pubblico ministero romano Antonio Calaresu ha scoperto almeno tre casi di adolescenti ricompensati con 50 euro, vestiti e vecchi telefonini.

A far scoprire tutto un 17enne egiziano che ha raccontato di avere una storia con un’operatrice del centro e mostrando le foto a un collega di lei. I rapporti con gli ospiti a un certo punto fanno anche scoppiare delle risse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso con minorenni 'casa famiglia': operatrice condannata

FrosinoneToday è in caricamento