Sgurgola, corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio, sindaco ed assessore indagati

Secondo gli elementi raccolti dalla procura, gli amministratori comunali avrebbero chiesto ed ottenuto l'assunzione di un amico presso una società che si occupa dello smaltimento dei rifiuti

Panoramica di Sgurgola

Corruzione per un atto contrario a doveri di ufficio. Questa è l'accusa dalla quale si dovranno difendere il sindaco di Sgurgola Antonio Corsi, l’assessore Giuseppe Lucio Formaggi ed  Alfredo Coratti di Veroli amministratore della società "Tac Ecologica"
Quest'ultima va detto è la società che cura la raccolta dei rifiuti a Sgurgola 
Dagli elementi raccolti dalla procura sarebbe emerso che Formaggi e Corsi avrebbero cercato di trarre un vantaggio chiedendo l’assunzione di un loro intimo amico e chiedendone poi la proroga del contratto sino all’8 ottobre del 2018

L'assunzione avrebbe accelerato i tempi di pagamento

Secondo la procura tale assunzione avrebbe favorito il pagamento del mandato di pagamento n. 436 inerente la somma di 40 mila e 709 euro "relativo al pagamento di fatture emesse da Tac Ecologica al Comune di Sgurgola". Le fatture si riferivano a lavori effettivamente eseguiti in paese per la raccolta dei rifiuti. Dunque, erano soldi dovuti alla Tac Ecologica. Il sindaco e l' assessore avrebbero chiesto un posto di lavoro, in cambio del loro interessamento presso gli uffici comunali soltanto per accelerare i tempi di pagamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestrato il mandato di pagamento

Dunque né sindaco né assessore hanno tratto profitto ma con il loro comportamento hanno ugualmente violato la Legge. I sostituti procuratori Vittorio Misiti e Barbara Trotta hanno quindi emesso il decreto di sequestro con  il quale è stato bloccato il mandato di pagamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Amazon a Colleferro, al via la selezione per i magazzinieri. Ecco come fare per candidarsi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento