Smaltimento illecito di rifiuti: il processo Reno de Medici trasferito a Cassino

Nella vicenda è coinvolto anche l'ex commissario straordinario dell'Ente Provinciale, Giuseppe Patrizi

Gestione abusiva di rifiuti alla Reno De medici. Accolta l’eccezione di incompetenza territoriale presentata dalle difese. Il processo si farà a Cassino. Il 25/01 2016 veniva eseguito il sequestro preventivo del sito destinato alla discarica ubicata presso l’impianto della società Reno de Medici in Villa santa Lucia e contestualmente veniva contestato a 7 persone la violazione dell’art. 260  del Testo Unico ambientale, ovvero il traffico illecito di rifiuti per il periodo che va dall’agosto 2014 al gennaio 2016. In particolare venivano tratti a giudizio il legale rappresentante della Reno De medici SPA, l’allora direttore dello stabilimento di Villa Santa Lucia, un consulente ed un dipendente responsabile della medesima azienda, nonché l’allora Commissario straordinario della Provincia di Frosinone Patrizi ed un dirigente della Provincia stessa, rappresentati dagli Avvocati Sandro Salera, Domenico Marzi, Paolo Marandola, Nadia Patrizi, Marco Pizzutelli, Antonio Miriello. 
Dopo la celebrazione dell’udienza preliminare tenutasi presso il Tribunale di Roma, competente fino a questa fase in materia di rifiuti, il processo fu incardinato presso il Tribunale di Frosinone.
Le difese degli imputati, tuttavia, hanno da sempre eccepito l’incompetenza territoriale del Tribunale di Frosinone, dal momento che le presunte condotte illecite sarebbero state commesse in Villa Santa Lucia, Comune che rientra nel territorio di competenza del Tribunale di Cassino.
Nonostante la Procura di Frosinone si sia opposta a tale richiesta depositando anche memorie scritte  direte a sostenere la propria tesi, il Tribunale di Frosinone ha accolto l’eccezione sollevata dalla difese Tutto da rifare, dunque. Il processo deve riprendere dall’inizio a Cassino. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento