Sora, calci e pugni alla moglie. Arrestato 26enne marocchino per maltrattamenti

La polizia è intervenuta per dirimere una lite tra coniugi. Il marito violento aveva anche sottratto alla consorte contanti e cellulari

L' Unità operativa della Squadra Volante del Commissariato di Sora, con l’ausilio dei colleghi  della Questura di Frosinone è intervenuta per dirimere una lite, presso l’abitazione di una famiglia residente nella città volsca. All’arrivo, gli agenti accertano che una 25enne, madre di un bimbo in tenera età, era stata aggredita, con calci e pugni, dal coniuge, 26enne originario del Marocco. La donna ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari. L’uomo, inoltre, per evitare  che la giovane donna chiamasse la Polizia, le aveva sottratto il telefonino. In quei momenti di agitazione  lìuomo si era anche appropriato del portafogli della consorte, contenete alcuni contanti. Per l’uomo è scattato l’arresto e, come  disposto dal magistrato di turno della Procura di Cassino, è stato associato presso la casa circondariale della Città Martire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento