rotate-mobile
Cronaca Sora

Sora, ai domiciliari per usura non rispetta la legge e finisce in carcere

L’uomo faceva parte di un gruppo di usurai che arrivavano addirittura ad urinare nei negozi di chi non pagava

Nel settembre dello scorso anno i loro arresti fecero molto scalpore in quanto si trattava di un’associazione a delinquere che aveva messo su un giro di usura molto esteso nella zona del sorano. Richieste pressanti di denaro verso i commercianti accompagnate da minacce e vessazioni di ogni tipo arrivando anche ad urinare in alcune attività commerciali di chi si rifiutava di pagare.

Il video dell'operazione ultima corsa

La Polizia di Stato di Frosinone nel settembre scorso con l’operazione “ultima corsa” (il nome prende lo spunto dalla corsa dei cavalli effettuata in pieno lockdown e dalla quale sono partite le indagini) aveva inferto un duro colpo ad una consorteria criminale riconducibile alla famiglia Sinti dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti, all’estorsione e all’usura eseguendo 13 ordinanze di custodia cautelare e 4 obblighi di dimora.

Il personale del Commissariato di Sora, nel pomeriggio di domenica 26 marzo 2023, ha dato esecuzione ad una misura cautelare personale della custodia cautelare in carcere, disposta dal Gip presso il Tribunale di Cassino su richiesta della locale Procura della Repubblica, ai danni di un trentenne di Sora.

L’arresto dell’uomo è scaturito dall’aggravamento della pregressa misura cautelare alla quale era sottoposto in virtù dell’operazione di polizia giudiziaria “Ultima Corsa” del settembre dell’anno scorso, il giovane, dopo un periodo in carcere, era stato scarcerato e posto dapprima agli arresti domiciliari e da pochissimo in obbligo di dimora con permanenza notturna in casa, tuttavia, le violazioni poste in essere hanno comportato l’immediato aggravamento della misura cautelare e pertanto l’uomo è stato associato alla casa circondariale di Cassino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sora, ai domiciliari per usura non rispetta la legge e finisce in carcere

FrosinoneToday è in caricamento