menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Sora, entra in una casa armato di coltello, gli anziani proprietari si svegliano e scatta l’allarme

Una volta scoperto, l’uomo che soli pochi giorni prima era stato fermato a Broccostella per un furto ad un bar, si è scagliato contro i carabinieri ferendone uno ad un braccio

Erano da poco trascorse le 23.00 di venerdì, quando alla Centrale operativa dei carabinieri è giunto il segnale di allarme di un’abitazione di Sora, collegato con il centralino dell’Arma. Allertati ed immediatamente giunti sul posto, i militari hanno notato nel giardino della casa un ragazzo di colore, armato di martello, che stava tentando di dileguarsi. L’uomo per assicurarsi la fuga si è scagliato contro i due militari intervenuti, colpendo al braccio uno dei due che ha riportato lievi lesioni. L’uomo dopo poco è stato bloccato, mentre il martello è stato sottoposto a sequestro.

I militari dell’Aliquota radiomobile della locale Compagnia Carabinieri hanno quindi tratto in  arresto D.I., 19enne, originario della  Costa D'avorio, in Italia senza fissa dimora, con numerosi precedenti per rapina, furto (almeno altri 6 in Roma in danno di autovetture parcheggiate), atti osceni in prossimita' di minori, violazione delle misure di contenimento Covid, inosservanza dei provvedimenti dell'Autorita', danneggiamento e lesioni personali, perché resosi responsabile di “tentato furto in abitazione” e “resistenza e violenza a P.U”.

Gli ulteriori accertamenti hanno fatto emergere che l’uomo dopo aver infranto il vetro dell’abitazione ed avervi fatto irruzione, è stato messo in fuga dalle urla dei due anziani proprietari prima che potesse porre in atto ulteriori intenti criminosi. Inoltre, con stupore, si è rilevato che l’uomo era lo stesso tratto in arresto il 13 gennaio scorso, quando si era reso responsabile del furto di 20 stecche di sigarette in un esercizio di Broccostella e successivamente aveva tentato il furto di un furgone, reati che gli sono costati la condanna in direttissima ad un anno di reclusione (con pena sospesa) e la multa di euro 600.

Al termine delle formalità di rito, quindi, l'uomo è stato tratto in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo da tenersi presso il Tribunale di Cassino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento