menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sora, operazione 'Galaxy': si è costituito l'imprenditore latitante da cinque giorni

A.S., titolare di una serie di autosaloni, si è presentato al comando provinciale della Guardia di Finanza di Isernia. La sorella e il fratello sono ai domiciliari. Il padre è indagato.

Si è costituito ieri sera presso il comando provinciale della Guardia di Finanza di Isernia, A.S. l'imprenditore sorano coinvolto nella maxi inchiesta 'Galaxy' portata avanti dalle fiamme gialle molisane e che ha visto finire agli arresti nove persone residenti in provincia di Frosinone.

La maxi operazione di qualche giorno fa

A vedersi notificare l'ordinanza oltre che al giovane, latitante per cinque giorni, sono stati anche la sorella L.S e il fratello M.S entrambi ai domiciliari. Il padre dei tre ragazzi, H.S. è invece indagato. In carcere sono invece finiti un giovane di Cervaro, M.N. e un uomo residente a San Vittore L.M. Ai domiciliari O.B. di Ceccano, M.C. di Fontana Liri e J.S. di Aquino. 

Calciatori raggirati

L'accusa è quella di aver venduto auto di lusso a prezzi ridotti e con documentazione falsa. Tra gli acquirenti, ignari del raggiro oltre ad imprenditori, professionisti di spicco e personaggi pubblici di caratura nazione, anche noti calciatori di seria A. L'inchiesta, che ha visto coinvolte complessivamente ventitré persone (sei quelle arrestate dalla Guardia di Finanza in provincia di Frosinone e più precisamente a Sora, Ceccano, Cervaro e San Vittore del Lazio grazie all'ausilio del personale del Gruppo di Cassino e del comando provinciale di Frosinone) che, secondo quanto accertato dalla procura di Isernia, nella persona del magistrato Carlo Fucci, avrebbero commesso una maxi frode ai danno dello Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento