Cronaca

Sora, non solo polpette avvelenate: c'è chi tenta di uccidere i cani con armi da fuoco

Teo, un dolcissimo cagnolino, è stato salvato dopo che ignoti lo hanno colpito vicino agli occhi

La crudeltà umana non conosce limiti. Non si arresta la violenza nei confronti degli animali. Dopo la strage dei cani avvelenati in diversi comuni della provincia ecco che c'è chi addirittura si scaglia contro di loro con le armi da fuoco. È quanto accaduto in zona San Giorgio a Sora. Teo, un dolcissimo cagnolino è stato vittima di una barbaria tremeda.

La ferita sul musetto

Era uscito dal recinto qualche giorno fa, come spesso capita in questo periodo dell'anno, ed è tornato a casa con il musetto insanguinato e un piombino conficcato vicino all'occhio. Immediamente i proprietari si sono rivolti al veterinario. Fortunatamente per il piccolo Teo il colpo non è stato fatale, ma sarebbe potuto esserlo. Un episodio di violenza inaudita. Di sicuro chi ha esploso il colpo non l'ha fatto per difendersi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sora, non solo polpette avvelenate: c'è chi tenta di uccidere i cani con armi da fuoco

FrosinoneToday è in caricamento