Sora, si innamora di una donna, la sequestra e la violenta ripetutamente

Una brutta storia di violenza sessuale terminata con l’arresto di un 35enne residente in città. La donna, fortunatamente, era riuscita a chiamare un’amica

Si innamora di una donna, la sequestra in una casa di campagna di Sora e la costringe con la forza ad avere dei rapporti sessuali. Una storia assurda di violenze sulla persona che si è sviluppata nei giorni scorsi tra la Capitale e la cittadina volsca.

La telefonata dell’amica e le violenze

Le indagini sono partite dopo una segnalazione fatta da una donna rumena residente a Roma, amica della vittima, che si è presentata presso un comando dei carabinieri della Capitale ed ha riferito che aveva ricevuto poco prima una telefonata da una sua amica la quale le chiedeva aiuto dicendo che era stata sequestrata da un loro connazionale e portata in un’abitazione in un comune della Ciociaria dove, oltre ad essere picchiata, era costretta a subire  dei rapporti sessuali da parte di questo connazionale violento e lei, suo malgrado, aveva accettato per paura di essere uccisa.

Le indagini dei carabinieri di Sora

Dopo una serie di indagini dettagliate il 35enne G.V. è stato trovato in compagnia della donna che è apparsa subito molto scossa ed impaurita,  mentre erano a bordo di un’autovettura nel centro di Sora. L’uomo, dopo il fermo, è stato  accompagnato presso la locale caserma e  poi denunciato in stato di libertà per i reati di “sequestro di persona, violenza sessuale, atti persecutori  e lesioni personali”, mentre la donna, che ha confermato le dichiarazioni rese telefonicamente alla sua amica, è stata accompagnata  presso il locale nosocomio dove,  una volta visitata, effettivamente  venivano riscontrati sulla sua persona  i segni delle violenze subite.

L’allontanamento

Informata la Procura della Repubblica  di Cassino il P.M. di turno Dott. Di Franco Emanuele  ha disposto il repentino allontanamento della donna  in altra località  ed urgenti attività info-investigative suppletive nei confronti dell’uomo  le quali, eseguite  nel tempo di due settimane, anche con l’ausilio di attività tecniche,  hanno evidenziato  la sua ossessione nel voler ritrovare ad ogni costo la donna e di vendicarsi della fuga poiché follemente innamorato. Nella giornata di giovedì è stato eseguito il provvedimento restrittivo nei confronti dell’uomo tratto in arresto con precedenti per spendita e introduzione nello Stato di moneta falsificata, lesioni personali, ricettazione, minaccia, guida in stato di ebrezza alcolica ed espletate le formalità di rito è stato portato presso la Casa Circondariale di Cassino, a disposizione dell’A.G.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Ceprano-Frosinone, maxi tamponamento tra due camion in A1. Diversi i feriti

  • Cade in una buca di scarico con la figlioletta di 18 mesi, la piccola trasferita a Roma

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento