Molestie sessuali a ragazzine minorenni, indagato un sacerdote del sorano

Una storia che va avanti da diverso tempo ma in questi giorni in tribunale è stata ascoltata la giovane che ha presentato la denuncia

Un parroco di 40 anni che per lungo tempo aveva operato per conto della curia vescovile di Sora e che adesso presta la sua opera in una parrocchia di Avezzano è coinvolto in una storia di violenza sessuale. L’uomo è accusato di aver molestato delle ragazzine nei tempi in cui sovente si recava per servizi nella valle del Sorano. 

I fatti

I fatti che lo hanno portato sul registro degli indagati si riferiscono al 2001 quando una giovane di 17 anni confessò ad un sacerdote che prestava la sua opera nella parrocchia di San Vincenzo Valle Roveto, di essere stata molestata sessualmente dal parroco 40enne. E sarebbe stato proprio quest'ultimo a consigliare alla  minorenne di presentare una denuncia. Così erano state avviate le indagini da parte della Procura.  Dall'inchiesta era emerso che altre minorenni che risiedevano nel Sorano avrebbero subito molestie da parte del sacerdote.

L'incidente probatorio

Nei giorni scorsi presso la procura di Avezzano alla presenza del giudice per le indagini preliminari Carla Mastelli, al pm Lara Seccacini, ed al difensore dell’indagato, avvocato Pasquale Milo, si è tenuto l’incidente probatorio. La ragazza che avrebbe tirato in ballo il parroco, è stata ascoltata dai magistrati per più di quattro ore. Ciò per poter cristallizzare le accuse alla presenza della presunta vittima. Per la cronaca va detto che il parroco a causa di quella denuncia aveva subìto un processo canonico da parte del tribunale ecclesiastico di Cassino competente per territorio. Nell’ottobre scorso, e precisamente dopo due anni, è stato considerato non colpevole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La querela della parte offesa

Intanto l’avvocato Pasquale Milo che rappresenta l’indagato, e che tiene a sottolineare che il 40 enne non sarebbe mai stato sospeso dal servizio, smentisce categoricamente che il suo assistito sia finito sul registro degli indagati a causa della denuncia della minorenne, ma che al contrario era stato proprio lui  a presentare una  querela  nei confronti di alcune persone  per il reato di calunnia. Le indagini sarebbero ancora in corso presso la procura del tribunale di Cassino.  L’avvocato Pasquale Milo è convinto che il procedimento si concluderà favorevolmente e che ha piena fiducia nell’operato della magistratura .
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • La Dea bendata bacia di nuovo la Ciociaria. Vinti 200 mila euro con un gratta e vinci

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento