Bimba di 13 anni "risucchiata" da una piscina. Salvata in extremis, ora è ricoverata in ospedale

L'episodio è avvenuto nella giornata di mercoledì a Sperlonga, la ragazzina di Frosinone è stata salvata da un medico che le ha praticato il massaggio cardiaco

Una vacanza da dimenticare per una bambina di 13 anni di Frosinone che si trovava in un hotel di Sperlonga. Mentre stava facendo il bagno in piscina la ragazzina sarebbe stata risucchiata da uno dei bocchettoni di aspirazione. La minorenne a fatica è stata riportata fuori dalla piscina da alcuni presenti sul luogo dell'incidente.

La rianimazione

Un medico che si trovava lì presente ha provveduto a rianimarla.Lentamente la minorenne anche se ancora in stato di incoscienza ha ricominciato a respirare regolarmente. Sul posto sono arrivati a sirene spiegate i medici del 118 che hanno provveduto a trasportare l'adolescente presso il policlinico Gemelli di Roma. Le condizioni della ragazzina sarebbero serie ma non tali da pregiudicarle la vita.

(foto di archivio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento