Per la morte della giovane Sara annegata in piscina a Sperlonga, chiesto il rinvio giudizio per tre persone

Si tratta del rappresentante legale della società che gestisce l'albergo, dell' ex proprietario dell’albergo e del costruttore che aveva realizzato nel 2004 l’impianto di aspirazione

Ragazzina annegata nella piscina del Virgilio Grand Hotel di Sperlonga, il pubblico ministero del tribunale di Latina ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio colposo nei confronti del rappresentante legale della società che gestisce l'albergo, dell'ex proprietario dell’albergo e del costruttore che aveva realizzato nel 2004 l’impianto di aspirazione.

La tragedia nell'hotel

Il drammatico incidente come si ricorderà era avvenuto nel luglio dello scorso anno quando Sara Francesca Basso, una bambina di soli 13 anni originaria di Morolo ma residente a Frosinone, stava trascorrendo le vacanze con la sua famiglia nell'albergo pontino. Ma proprio mentre si trovava nella piscina della struttura per fare una nuotata (Sara era una esperta nuotatrice) era stata risucchiata dal bocchettone di aspirazione che le aveva impedito di risalire a galla. La ragazzina era stata immediatamente soccorsa dall'ambulanza del 118

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il decesso al policlinico Gemelli

Trasportata con l'eliambulanza presso il policlinico Gemelli di Roma la minorenne spirò dopo dodici ore dalla disgrazia. A seguito di tali fatti la procura aprì un'inchiesta. Secondo le accuse sarebbe stato proprio la cattiva manutenzione dell'impianto di aspirazione a determinare l'incidente. 
A cominciare dal  fatto che non fosse dotato del coperchio di protezione. I genitori della piccola Sara si sono rivolti all’avvocato Maria Minotti per essere rappresentati nelle opportune sedi. Tra poco il giudice dovrebbe fissare l'udienza preliminare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento