Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Inquinamento ambientale, due persone indagate per abbandono incontrollato di rifiuti

I due rischiano da tre mesi ad un anno o l’ammenda da duemilaseicento a ventisettemila euro

Abbandono incontrollato di rifiuti. Questa l’accusa che ha portato all’iscrizione sul registro degli indagati un uomo di 59 anni di Strangolagalli ed un 49enne residente a Ferentino titolare di una impresa edile. Entrambi in concorso tra loro sono indagati di aver effettuato in mancanza della prescritta autorizzazione e comunicazione, l’abbandono incontrollato al suolo di rifiuti speciali che dovevano invece essere smaltiti e che invece erano stati scaricati sul terreno del 59enne ubicato in località Ara Vecchia nel comune di Strangolagalli.

I fatti risalgono al 26 agosto del 2017 quando i carabinieri Forestali nel corso di alcuni controlli si erano recati nell’appezzamento di terreno dove erano stati scaricati quintali di materiale provenienti da attività di demolizione edilizia. A seguito di tali fatti, sia il proprietario che il legale rappresentante della ditta edile sono stati denunciati. Le indagini che sono seguite hanno portato entrambi sul registro degli indagati.

Nei giorni scorsi si sono concluse le indagini preliminari. Per la cronaca va detto che il reato, quello dell'inquinamento ambientale, viene punito con la pena dell’arresto da tre mesi ad un anno o con l’ammenda da duemilaseicento a ventisettemila euro se si tratta, come in questo caso, di rifiuti non pericolosi. Entrambi sono difesi dall'avvocato Luca Solli del foro di Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento ambientale, due persone indagate per abbandono incontrollato di rifiuti

FrosinoneToday è in caricamento