Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Stuprata nel bosco dall'amico di famiglia, 14enne ascoltata dal pm conferma tutte le accuse

Questa mattina nel lungo interrogatorio, durato oltre due ore la ragazzina avrebbe raccontato al magistrato inquirente quello che era stata costretta a subire da quell'uomo

violenza sessuale su una 14enne

Quattordicenne accusa un amico del padre di averla violentata sessualmente. Lo stupro sarebbe avvenuto in un bosco a nord della provincia ciociara. La squallida vicenda risale ad alcuni giorni fa quando la ragazzina che sarebbe stata attirata nella macchina dell'uomo con una scusa, una volta rientrata a casa aveva raccontato tutto ai genitori.

Il racconto dello stupro

La ragazzina ascoltata questa mattina dal pubblico ministero ha confermato tutte le accuse. Il pm ha voluto ascoltare la ragazza da sola senza la presenza dei genitori. Questo per far si che la minorenne potesse parlare senza provare vergogna davanti al padre ed alla madre per quello che diceva. Per ben due ore l'adolescente è stata ascoltata dal magistrato inquirente e come un fiume in piena avrebbe raccontato con dovizia di particolari tutto quello che purtroppo era stata costretta a subire da quello che credeva un amico di famiglia. Momenti di grande tensione da parte dei familiari quando la minorenne è uscita dall'aula di giustizia.

I genitori vogliono giustizia 

I genitori che si sono rivolti all'avvocato Riccardo Masecchia, adesso vogliono soltanto che sia fatta giustizia e che la persona che ha fatto del male alla figlia venga punita come merita. Nei giorni scorsi gli inquirenti hanno predisposto un esame sugli indumenti della ragazzina per scoprire eventuali tracce di Dna dell'indagato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stuprata nel bosco dall'amico di famiglia, 14enne ascoltata dal pm conferma tutte le accuse

FrosinoneToday è in caricamento