rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Subiaco, continuano i disservizi all’ospedale Angelucci

Purtroppo continua il funzionamento a ranghi ridotti del servizio svolto dall’ospedale di Subiaco; infatti il nosocomio sublacense continua a non vivere una vita tranquilla. Dopo la paventata chiusura e il riordino ad Ospedale Montano questa volta...

Purtroppo continua il funzionamento a ranghi ridotti del servizio svolto dall'ospedale di Subiaco; infatti il nosocomio sublacense continua a non vivere una vita tranquilla. Dopo la paventata chiusura e il riordino ad Ospedale Montano questa volta è il servizio ridotto a creare difficoltà agli utenti dell'ospedale della Valle dell'Aniene.

Infatti come si evince da una nota congiunta tra Comune di Subiaco, Organizzazioni Sindacali e comitati cittadini, sono proprio gli interessati a denunciare una riduzione fino al 50% del servizio presso il presidio ospedaliero; in particolare si porta a conoscenza che il servizio di cardiologia è condiviso per il 50% con l'ospedale di Monterotondo mentre il Pronto Soccorso è gestito da sole 4 unità tra medici, infermieri e triage, per non dimenticare il trasferimento per mobilità d'urgenza di un medico del reparto Medicina con una conseguente riduzione fino a 20 posti letto. Ma non finisce il calvario dell'Angelucci in quanto proprio oggi 7 unità di infermeria sono state dirottate sui nosocomi di Colleferro e Tivoli senza un preventivo accordo con le OO.SS.

Continua la vita dura dell'Angelucci, proprio quando sembrava che le acque si fossero calmate a seguito dell'approvazione del decreto 368/14 approvato dal Commisario di Governo per la Sanità del Lazio creando gravi ripercussioni sull'erogazione di un servizio di prioritaria importanza per i cittadini della Valle dell'Aniene.

Gabriele D'Acuti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Subiaco, continuano i disservizi all’ospedale Angelucci

FrosinoneToday è in caricamento