menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Subiaco, il comune richiede oltre 24mila euro all'Ex sindaco Angelucci

Il Sindaco Francesco Pelliccia ha reso noto che, su richiesta della Procura della Corte dei Conti, ha formalmente richiesto al Sig. Pierluigi Angelucci, la restituzione di € 24.186,89,

Il Sindaco Francesco Pelliccia ha reso noto che, su richiesta della Procura della Corte dei Conti, ha formalmente richiesto al Sig. Pierluigi Angelucci, la restituzione di ? 24.186,89,

salvo maggiore quantificazione da parte dell'autorità decisoria competente, per fatti connessi alla sua funzione di Sindaco pro tempore del Comune di Subiaco dal 2006 al 2011, quale presunto responsabile di danno erariale ai danni del Comune di Subiaco.

Il Sindaco Pelliccia insediandosi nel 2011 e trovandosi ad individuare con decreto i Responsabili di Dipartimento, ha infatti riscontrato che all' allora Responsabile del Dipartimento Tecnico, Arch. Onori, era stata riconosciuta con decreto dell'ex Sindaco, per diversi anni, una retribuzione di posizione oltre i limiti consentiti di legge, con diverse migliaia di euro annuali di differenza tra ciò che era consentito e quanto effettivamente erogato.

Di ciò, a seguito di relazione dell'allora Segretario comunale che confermò al Sindaco Pelliccia che tale indennità era riconoscibile solo in caso di servizi in convenzione o per "alta professionalità" e che nessuno dei due casi sussistevano, quest'ultimo Pelliccia informò la Corte dei Conti.

A distanza di quasi quattro anni la Procura della Corte dei Conti ha invitato il Sindaco Francesco Pelliccia a chiedere la restituzione delle somme al Sig. Angelucci e di procedere alla messa in mora.

" Tali somme- dichiara il Movimento di maggioranza Cittadini per Subiaco- invece di essere utilizzate per i servizi alla cittadinanza sarebbero state utilizzate per vantaggi individuali non riconoscibili. Ce lo dice anche la Corte dei Conti che sta terminando i suoi accertamenti. Tale fatto ha una grande importanza nell'evidenziare una modalità di gestione scellerata della cosa pubblica che per anni abbiamo denunciato a danno delle casse comunali e dei cittadini, verificatasi senza che nessun membro dell'allora amministrazione (anche chi oggi si proclama Alternativa x Subiaco) abbia mosso ciglio. Tutto ciò come sappiamo ha portato il nostro comune sull'orlo del fallimento e solo una politica attenta, rigorosa e trasparente ha permesso oggi di evitare invece il baratro finanziario. E' anche tempo che qualcuno risponda di quella gestione che ha procurato macerie culturali e finanziarie alla nostra comunità concludono dal Movimento".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento