Subiaco, terminati i lavori di restauro del Ponte Medievale di San Francesco

Iniziati il 3 luglio 2017, i lavori di recupero e restauro della pavimentazione del Ponte Medievale di San Francesco a Subiaco sono terminati dopo meno di 20 giorni, riconsegnando alla città uno dei suoi simboli più antichi e riconosciuti.

270717REPORTAGE023-2-1

Iniziati il 3 luglio 2017, i lavori di recupero e restauro della pavimentazione del Ponte Medievale di San Francesco a Subiaco sono terminati dopo meno di 20 giorni, riconsegnando alla città uno dei suoi simboli più antichi e riconosciuti.

È stata recuperata la pavimentazione esistente con un acciottolato tradizionale sublacense, secondo le prescrizioni dalla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l'Etruria Meridionale. La natura dell'intervento, appositamente studiato dalla direzione lavori per rendere il camminamento più agevole e confortevole, ha previsto il restauro e recupero della pavimentazione in buono stato di conservazione, la rimozione dei tratti con criticità evidenti con accantonamento in sito di ciottoli e l'integrazione della pavimentazione mancante con materiale della stessa tipologia.

Gli architetti Marcello De Angelis, Francesca Lupi e il Responsabile dell'Area Tecnica del Comune di Subiaco, Daniele Cardoli, hanno infatti seguito l'andamento dei lavori condotti dalla società Livata Manutenzioni srl e ottimizzato l'intervento in termini di durabilità e fruibilità.

Il quadro complessivo di spesa per l'intera opera di recupero ammonta a 28.130 euro.

"Siamo orgogliosi, come cittadini e come amministratori, di poter tornare a godere del ponte di San Francesco, migliorato nella sua utilizzabilità e recuperato nella sua bellezza. Investire nel recupero del patrimonio storico è un dovere morale ancor prima che amministrativo" dichiara il Consigliere con delega ai Lavori Pubblici, Luca Pannunzi.

"Tengo a sottolineare che le risorse utilizzate per l'intervento sono relative ad alcuni canoni di sfruttamento idroelettrico del fiume. Canoni finora mai recuperati e che, grazie al loro saldo, sono stati intenzionalmente riutilizzati per apportare delle significative migliorie al ponte di San Francesco, uno dei simboli più conosciuti in Italia e nel mondo." specifica il Sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia.

L'evento, che ha visto la partecipazione di residenti e curiosi, ha poi goduto anche della descrizione storica di Paolo Capitani, una delle memorie storiche della città, che ha condiviso con i presenti interessanti aneddoti sulla storia del sito medievale restaurato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In chiusura, grazie alla collaborazione con il Music Art Studio Subiaco, il soprano Jennifer Tomassi e la pianista Anna Capitani hanno allietato il momento conviviale che ha condotto i presenti al termine dell'evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento