Supino, rilasciato dopo l'arresto per droga. Questa la tesi della difesa

Secondo gli avvocati il test effettuato sul 24enne non era idoneo da solo a rilevare la sostanza

È stato rimesso in libertà e senza alcuna misura restrittiva C.I. il 24enne residente a Supino arrestato nei giorni scorsi con l'accusa di detenzione ai fini  di spaccio. I militari della locale stazione lo avevano o bloccato poco dopo essere uscito dalla propria abitazione e a seguito di una perquisizione personale avevano rinvenuto 0,5 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Successivamente, la perquisizione era stata estesa anche nella sua abitazione. All'interno di questa i carabinieri avevano trovato altri 2,5  grammi della stessa sostanza già suddivisa in 6 dosi; 12 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish; materiale vario per il taglio ed il confezionamento delle dosi ed una somma di 400 euro provento dell'attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tesi della difesa

Ieri mattina però nel corso della convalida  gli avvocati Giuseppe Spaziani (nella foto) e Daniela Tiani hanno sostenuto davanti al giudice che il Narcotest a cui era stato sottoposto il giovane subito dopo l'arresto, non è idoneo da solo a valutare il principio attivo e dosi ricavabili dalla sostanza. Il giudice ha accolto la tesi dei due legali ed ha disposto la remissione in libertà del 24enne senza disporre alcuna misura restrittiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento