Va a casa della ex, la prende a schiaffi e danneggia la sua auto

La donna è riuscita a chiamare i carabinieri che hanno arrestato l’aggressore

In preda all’ennesimo scatto d’ira ha raggiunto casa della ex compagna e l’ha presa a schiaffi in faccia. La donna, per fortuna, è riuscita a chiamare i soccorsi e l’uomo è stato arrestato. Il brutto fatto di cronaca è avvenuto, nelle ore scorse, a Supino. Qui i militari della locale Stazione hanno arrestato in fragranza di reato un 39enne albanese residente in città, già sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex compagna.

L’uomo, come detto, si era portato presso l’abitazione della donna, dopo un’animata discussione l’ha aggredita con schiaffi al volto provocando anche il danneggiamento della sua autovettura. La malcapitata è riuscita a chiedere aiuto al numero unico di emergenza 112 permettendo così ai militari operanti di giungere prontamente sul posto.

L’aggressore, alla vista dei militari, ha cercato di dileguarsi ma è stato prontamente bloccato e tratto in arresto per “lesioni personali e atti persecutori”. La donna, visitata dai sanitari del 118 di Ceccano, è stata riscontrata affetta da “escoriazione al volto” guaribili in 3 giorni di prognosi . L’arrestato, dopo le formalità di rito , come disposto dal Magistrato di turno, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Frosinone in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata di oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento