rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
La denuncia

Svastica sull’armadietto del sindacalista: sit-in di protesta della Cgil davanti all’ospedale Spaziani

L’atto "fascio-nazista", contro un dipendente e delegato sindacale del nosocomio di Frosinone, è stato denunciato dal sindacato e stigmatizzato duramente anche dal segretario provinciale del Pd Fantini e dalla consigliera regionale Battisti

Dalle 10 alle 12 di domani, sabato 19 marzo 2022, la Cgil sarà in sit-in davanti all’ospedale Spaziani di Frosinone per protestare contro “un atto intimidatorio” subito da un delegato sindacale e dipendente del nosocomio. L’altro ieri ha trovato sul suo armadietto, all’interno dello spogliatoio, una svastica.

A condannare duramente quello che nell’ordine definiscono “un intollerabile episodio fascio-nazista” e “un increscioso episodio razzista” sono il segretario provinciale del Pd Luca Fantini e la consigliera regionale Sara Battisti, vicesegretario regionale. Entrambi prenderanno parte al sit-in.

"Alcuni ‘nostalgici’ hanno commesso l’ennesimo atto intimidatorio ai danni di un dipendente, disegnando una svastica sull'armadietto - commenta Fantini - A nome mio e di tutta la comunità democratica esprimo solidarietà. Sabato, davanti all'ospedale Spaziani di Frosinone, sarò presente al presidio organizzato dalla CGIL”.

“Una svastica ha deturpato il suo armadietto, un gesto deprecabile, anacronistico, che denota una incredibile ignoranza - dice Battisti - Esprimo solidarietà al dipendente dell’Ospedale Spaziani. L’auspicio è che vengano al più presto trovati i colpevoli. Non può esserci più spazio per atti così ignobili”.

Cgil: “Abbiamo presentato denuncia formale”

“Mentre le lancette della civiltà e dello stato di diritto sembrano interrompersi e riportare l'Europa in scenari che non avremmo mai voluto rivivere, la storia ci presenta un altro conato fascista che fa il "degno" paio con l'assalto dell’Ottobre scorso alla sede nazionale della CGIL ad opera di fascio-qualunquisti o con le azioni intimidatorie davanti a diverse Camere del lavoro in questi mesi”.

“Ciò che inquieta è la circostanza: non è la prima volta che il nostro rappresentante è al centro di intimidazioni. Non può esserci dubbio sulla matrice fascista dell’episodio, e non può esserci spazio per questi atti vergognosi in un luogo di lavoro, peraltro pubblico». Le parole di condanna sono della segreteria della Fp CGIL Roma Lazio”.

“Abbiamo presentato denuncia formale e chiesto all’amministrazione di individuare i responsabili e condannare quanto accaduto anche perché questo fatto denota un clima di ignoranza culturale, scarso senso civico e accanimento verso ciò che rappresenta il movimento dei lavoratori: un patrimonio di democrazia, uguaglianza e solidarietà, valori che vanno difesi e presidiati nelle nostre comunità a cominciare dal mondo del lavoro”.

“Di fronte a questi attacchi fascisti e tentativi di sopraffazione - conclude la Fp CGIL - occorre nutrire lo spirito della Resistenza che ci caratterizza per presidiare ogni forma di convivenza civile ed eliminare dal consorzio democratico ogni tossina fascista». Il movimento dei lavoratori che rappresentiamo non arretra non dimentica. Noi siamo Cgil, noi siamo resistenza!”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svastica sull’armadietto del sindacalista: sit-in di protesta della Cgil davanti all’ospedale Spaziani

FrosinoneToday è in caricamento