menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia Stradale-3

Polizia Stradale-3

Tivoli, debiti per droga: rapina lo zio fingendosi un ladro, minore arrestato insieme al complice

Hanno atteso i proprietari di casa rientrare, lo scorso sabato notte, in via Casal Belini a Tivoli, e poi li hanno aggrediti in giardino per rapinarli. Tra i due aggressori, entrambi minorenni, uno era il nipote della vittima.

Hanno atteso i proprietari di casa rientrare, lo scorso sabato notte, in via Casal Belini a Tivoli, e poi li hanno aggrediti in giardino per rapinarli. Tra i due aggressori, entrambi minorenni, uno era il nipote della vittima.

L'uomo stava rientrando in casa insieme alla moglie, quando due giovani, nascosti in giardino, hanno cercato di strappargli la catenina d'oro che aveva addosso.

L'hanno colpito violentemente in testa con un punteruolo di metallo procurandogli una ferita sul cuoio capelluto e facendolo cadere a terra stordito. Nonostante tutto l'uomo è riuscito a chiedere aiuto mettendo così in fuga i due malviventi che hanno lasciato a terra l'oggetto contundente.

Durante la fuga, uno dei due giovani, risultati poi essere minorenni, nel tentativo di scavalcare il muro di cinta, è caduto a terra sbattendo violentemente la testa e perdendo i sensi.

Nel frattempo però gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Tivoli, diretti e coordinati dal Dirigente dr.ssa Maria Chiaramonte, ricevuta la segnalazione da parte della sala operativa del 113, si sono precipitati sul posto. La pattuglia della volante di Tivoli, è riuscita a rintracciare uno dei malviventi ancora stordito, prestando soccorso sia a lui che alla vittima. Incalzato dall'interrogatorio, il fermato ha confessato. Grazie agli accertamenti telefonici, i poliziotti sono riusciti a stabilire un legame tra il ragazzo e alcuni parenti della vittima. Tra questi un minore risultato essere poi il nipote, già noto alle forze dell'ordine per alcuni trascorsi giudiziari e accertato essere il complice dell'altro minorenne. Come riferito dal fermato lo scopo della rapina era quello di impossessarsi della collana in oro massiccio che l'anziano indossava, per poter saldare alcuni debiti contratti per l'acquisto di stupefacenti.

Anche l'altro minore è stato poi trovato nella propria abitazione, dove i poliziotti hanno sequestrato i capi di abbigliamento indossati al momento della rapina.

Sul luogo dell'aggressione è intervenuto anche personale della Polizia Scientifica per i rilievi di competenza.

Arrestati entrambi per tentata rapina aggravata, lesioni personali e porto di oggetti atti ad offendere, i due, su disposizione del magistrato, sono stati condotti presso un centro di prima accoglienza. fedcastello
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento