Trevi nel Lazio, locali sporchi e merce senza tracciabilità. Multe da 6 mila euro

Alcuni gestori di locali pubblici sono stati sanzionati e sono stati, anche, sequestrati 350 Kg di alimenti congelati

Locali sporchi e documentazione amministrativa assente, per questi motivi alcuni titolari di attività commerciali di Trevi nel Lazio, grazioso centro montano nel nord della Ciociaria, sono stati multati in modo molto pesante.

Nelle ore scorse in queste strutture c’era stato l’intervento dei carabinieri della locale Stazione unitamente a quelli del NAS di Latina. Gli uomini delle forze dell’ordine una volta scoperte le irregolarità hanno elevato sanzioni per un ammontare di euro 6.000 per carenza dei requisiti igienico sanitari, mancanza di sorveglianza dei locali adibiti a pubblici esercizi ed alla somministrazione di alimenti e bevande e mancanza di tracciabilità degli alimenti.

Per quest’ultima infrazione sono stati sottoposti a sequestro 350 chilogrammi di alimenti congelati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento