Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Truffa degli scontrini per accaparrarsi i premi in denaro, mamma e figlia finiscono sotto processo

Secondo le indagini portate avanti dalla procura mamma e figlia acquistavano la merce in un negozio che si trovava a Veroli

Truffa degli scontrini, madre e figlia rinviate a giudizio. Se è vero che la fortuna aiutagli audaci le due donne, rispettivamente di 64 e 42 anni,  avevano pensato bene di dare una bella "spinta" alla dea bendata falsificando gli scontrini che venivano rilasciati quando acquistavano prodotti di una ditta di dolciumi e spumanti che ha sede a Mantova che aveva messo in palio dei premi in denaro.

Secondo le indagini portate avanti dalla procura mamma e figlia acquistavano la merce in un negozio che si trovava a Veroli, una volta in mano quei piccoli tagliandini li falsificavano scrivendo su questi la magica parola "Hai vinto".

La truffa è venuta fuori quando la dirigenza della ditta aveva notato che c’era stata un’alta concentrazione delle vincite nell’area compresa tra Veroli ed Alatri. Per questo motivo aveva inviato sul posto degli ispettori per dei controlli. E proprio da questi era emerso che in quella zona non c'erano stati scontrini vincenti, così era scattata la denuncia in procura. Le indagini avviate hanno portato all'identificazione delle due donne, che per accaparrarsi i premi in denaro alteravano gli scontrini utilizzando un inchiostro particolare. Secondo le accuse mamma e figlia avrebbero riscosso premi per un valore di oltre seimila euro.

A seguito degli elementi raccolti mamma e figlia sono state rinviate a giudizio con l’accusa di truffa. Entrambe saranno difese dall’avvocato Antonio Ceccani del foro di Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa degli scontrini per accaparrarsi i premi in denaro, mamma e figlia finiscono sotto processo

FrosinoneToday è in caricamento