Ragazza ciociara compra un vestito on-line e fa scoprire una banda di truffatori macedoni

Dalla denuncia della giovane del sorano è partita l’indagine della polizia denominata “virtual store” che ha portato alla luce il gruppo di uomini e donne dell’est Europa residenti tra Pesaro ed Urbino che avevano truffato 400 persone

Come oramai fanno milioni di persone tutti i giorni una ventenne del sorano ha deciso, le settimane scorse, di fare shopping on-line su uno dei tantissimi siti che vendono abbigliamento.  Ha visitato, quindi, un negozio virtuale, sulla pagina di  un profilo facebook, dove è pubblicizzata la vendita di  numerosi articoli di abbigliamento ed accessori, di firme prestigiose, a prezzi molto economici e vantaggiosi.

L’offerta allettante

L’offerta è allettante e la giovane decide di acquistare, con pagamento  carta prepagata, una borsa ed un paio di scarpe. Trascorsi i necessari tempi tecnici, della merce ordinata nessuna traccia. L’acquirente inizia a sospettare di essere stata truffata e decide, pertanto, di rivolgersi all’Ufficio denunce della Questura.

I tasselli dell’indagine

La Polizia Giudiziaria della Squadra Volante, acquisiti gli elementi utili, dopo una ricognizione del profilo, risale all’identità di una donna residente a Città di Castello. E’ il primo tassello dell’indagine: il suo ruolo è quello di prestanome per l’incasso fraudolento del denaro. L’attività di polizia prosegue senza sosta per dare un volto ed un nome agli autori di quel progetto criminoso: emergono altri profili truffaldini, più di 400 le vittime poche le denunce formalizzate,  a Frosinone 10 - a volte per l’irrisoria cifra “raggirata”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La banda di macedoni

Il  cerchio si stringe attorno ad  una banda di Macedoni, 5 soggetti, orbitanti nella città di Pesaro Urbino. Tutti,deferiti all’Autorità Giudiziaria di Perugia, dovranno rispondere di associazione a delinquere, finalizzata alla truffa continuata, accesso abusivo a sistemi Informatici e frode Informatica, il tutto coordinato dal Pubblico Ministero Dott.ssa Miliani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con la macchina contro un guardrail lungo la Casilina, a perdere la vita è stato Danilo Riccio

  • Bimba azzannata alla testa da un cane, trasferita a Roma in elicottero

  • Troppa fretta di venire al mondo e Noemi nasce nel letto di mamma e papà

  • Noto scrittore muore stroncato da una crisi respiratoria

  • Torna il Coronavirus a San Cesareo

  • Segni, si accascia a terra durante una passeggiata e muore in pieno centro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento