rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
La storia

Ubriaco perso si mette alla guida dell'auto con a bordo il figlio di quattro anni

A bloccare un uomo residente a Colleferro sono stati gli agenti del Commissariato impegnati in un apposito servizio di prevenzione e controllo. L'uomo rischia la Patria Podestà

Guidava ubriaco con a bordo il figlioletto di quattro anni. È quanto hanno scoperto, nell'ambito di alcuni gli agenti del Commissariato Distaccato di Pubblica Sicurezza di Colleferro. Tutto è accaduto qualche sera fa quando l’attenzione del personale di Polizia veniva attirata da una Fiat Grande Punto il cui conducente effettuava un’inversione di marcia contromano.

Nonostante l’accensione dei segnali luminosi e acustici risultava disagevole fermare l’autovettura. Durante gli accertamenti di rito, il prevenuto non riusciva a giustificare l’errata manovra, peraltro sanzionata severamente dal Codice della Strada, anche con il ritiro e sospensione della patente di guida. Nel corso del controllo documentale, il conducente dell’autovettura Fiat Grande Punto palesava un atteggiamento in evidente stato di alterazione psico – fisica e una sintomatologia specifica di chi aveva assunto e abusato di sostanze alcoliche, in particolare: emanava un forte alito vinoso e aveva difficoltà a mantenersi in equilibrio.

Tenuto conto dei sintomi il conducente dell’autovettura veniva sottoposto alla prova dell’alcoltest con apparecchiatura etilometro debitamente omologata e revisionata. Le due prove effettuate a un intervallo di tempo non inferiore a 10 minuti hanno accertato lo stato di ebbrezza alcoolica, poiché superava ben oltre il limite fissato in 0,5 g/l. Infatti, in entrambe le prove risultava avere un tasso alcol emico prossimo al 3.0 g/l, ossia uno stato di incoscienza. Il bimbo, in buono stato di salute, è stato affidato alla nonna materna. Il padre, denunciato, rischia la Patria Podestà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco perso si mette alla guida dell'auto con a bordo il figlio di quattro anni

FrosinoneToday è in caricamento