Vallemaio, strage di agnellini dilaniati dai lupi in un allevamento

Il branco è riuscito a superare un recinto alto oltre due metri. Scendono a valle perchè in cerca di cibo ed acqua

Foto di Archivio

Strage di agnellini in via San Tommaso a Vallemaio dove un branco di lupi affamati ha attaccato un allevamento di ovini. A trovare i resti dilaniati delle povere bestiole é stato Daniele Castrichino Crispino (foto in basso), proprietario dell'azienda che ha immediatamente  chiamato il servizio veterinario.

E' la prima volta che succede una cosa del genere

"Non era mai accaduto che i lupi riuscissero a saltare una rete alta due metri e venti - ha spiegato Daniele - come non é mai accaduto che i lupi si spingesserp tanto a valle. Vuol dire che sui monti scarseggia il cibo e che l'habitat ha avuto qualche mutazione. Credo sia necessario che le autorità competenti inizino a verificare cosa accade in alta quota e perché un branco di lupi é riuscito a percorrere un tratto cosi lungo.

Allevatore Vallemaio-2

Come prevenire questi attacchi?

Prevenire questi attacchi serve a tutelare le nostre attività da simili danni ed anche a restituire ai lupi un habitat giusto. E se questa cosa dovesse ripetersi anche di giorno? Qui nella mia proprietà oltre che agli animali, ci vivono i miei tre bambini con mia moglie. E solo al pensiero che possa accadere loro qualcosa mi sento male". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento