Vallepietra, dal 2 novembre chiuso il Santuario della Santissima Trinità

Domenica scorsa le compagnie hanno salutano il luogo di preghiera ai confini tra la provincia di Roma ed il Nord della Ciociaria che ogni anno richiama migliaia di fedeli da tutta Italia

Il santuario chiuderà mercoledì 2 novembre con la Celebrazione del rettore del Santuario Mons. Alberto Ponzi alle ore 11.00, Messa per i defunti del Santuario, per gli operai del Santuario e per i cittadini di Vallepietra; subito dopo la celebrazione il rettore chiuderà la porta del Santuario per poi riaprirla il 16 febbraio in occasione dell'apparizione della Santissima mentre l'apertura ufficiale ci sarà il Primo Maggio.

Ancora tantissimi pellegrini 

Intanto, Domenica 29 Ottobre, circa 6000 persone hanno salutato la Trinità attraversando la Porta Santa del Giubileo della Misericordia presenziando alla benedizione dalla loggia del santuario da parte di sua Eccellenza reverendissima Mons. Lorenzo Loppa, vescovo della Diocesi di Anagni-Alatri, sono arrivate 45 compagnie provenienti dalla provincia di Frosinone, Latina e dall'Abruzzo  60 i pullman che hanno portato i pellegrini al santuario. Il vescovo durante l'omelia ha salutato tutte le numerose compagnie dicendo loro che vedere il gran numero di presenti è un bellissimo spettacolo di fede e devozione per la Santissima Trinità che, anno dopo anno, cresce sempre più.

Santuario chiuso per le compagnie

Per il rettore del Santuario, Mons. Alberto Ponzi, oggi con la Celebrazione eucaristica del nostro Vescovo Mons. Lorenzo Loppa si chiude questo anno così ricco di tante presenze soprattutto ricco di tante persone che si sono sentite amate e accompagnate dalla Santissima Trinità.

400.000 pellegrini nel 2017

Mons. Ponzi ha aggiunto che "Il bilancio di quest’anno è veramente bello con una partecipazione veramente grande,  di circa 400.000  pellegrini venuti qui per pregare davanti all’immagine della Trinità e per chiedere grazie; è stato un anno ricco perché tutto è andato bene e non ci sono stati grossi problemi, la cosa più bella è la gioia che riempie i cuori dei pellegrini che vengono qui al santuario. Anche la giornata di oggi nonostante il tempo sia stato un pò incerto ci ha dato la possibilità di concludere con una bella celebrazione eucaristica seguita dalla processione che si è conclusa dalla loggia del santuario con la benedizione di mons. Vescovo."

350 compagnie da Frosinone, Latina e l'Abbruzzo domenica scorsa

Il Vescovo prima della Benedizione ha voluto personalmente ringraziare tutti i numerosi pellegrini che ogni anno si recano  al santuario, in particolare Mons. Loppa ha ricordato che sono circa 350 le compagnie che sono devote alla Santissima Trinità e ha  spiegato "la parola “compagnia” viene dalla parola compagnis (da mangiare il pane insieme), noi siamo quelli che mangiano il pane insieme a Gesù e che devono vivere un  vita eucaristica mettendosi a disposizione degli altri. Pertanto, affidiamo alla Santissima Trinità il nostro Cammino in questo momento che non è facile per nessuno, per le famiglie, per le persone, per le comunità cristiane, noi come diocesi abbiamo un impegno grande,   quello dell’educazione dei ragazzi e dei giovani e con questo impegno ci auguriamo di poterli vedere protagonisti attivi, efficaci e veramente concreti. Buon Cammino a tutti."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento