Vallerotonda, munizioni della seconda guerra mondiale in casa: 30enne denunciato

L'uomo possedeva un vero e proprio arsenale domestico. Oltre alle cartucce belliche sono stati rinvenuti un machete, due asce e un coltello

Possedeva abusivamente un vero arsenale in casa per questo, un 30enne di Vallerotonda, è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri di Picinisco coadiuvati dai colleghi della locale Stazione. A seguito di una perquisizione domiciliare i militari hanno trovato una cartuccia calibro 92, 82 munizioni per mitragliatrice (risalenti al secondo conflitto mondiale), un machete, due asce di grosse dimensioni e un coltello a scatto con lama di 10 cm circa. Il trentenne è stato denunciato per detenzione abusiva di cartucce da guerra e detenzione illegale di armi bianche e l'arsenale è stato sottoposto a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, gli arrestati accusati di omicidio volontario. Incastrati dall'autopsia

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Tragico scontro tra 5 moto: il centauro morto è il ciociaro Gianluigi Giansanti. Feriti gli altri 4

  • Omicidio Willy, il papà di uno dei testimoni: “Tenere alta l’attenzione mediatica anche dopo il funerale”

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Gioele non ce l'ha fatta: dramma a San Cesareo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento