Valmontone, la casa è un diritto! no alle demolizioni. Il gruppo di Attiani ed AECI al fianco dei cittadini

“La casa è un diritto! no alle demolizioni”, questo lo slogan che ha dato forma all’incontro di lunedì pomeriggio a Palazzo Doria organizzato dal gruppo consigliare “Per Valmontone” con la presenza del capogruppo Piero Attiani e

Valmontone, la casa è un diritto! no alle demolizioni. Il gruppo di Attiani ed AECI al fianco dei cittadini

“La casa è un diritto! no alle demolizioni”, questo lo slogan che ha dato forma all’incontro di lunedì pomeriggio a Palazzo Doria organizzato dal gruppo consigliare “Per Valmontone” con la presenza del capogruppo Piero Attiani e

della Consigliera Beatrice De Stefano (del gruppo fa parte anche Alessia Petrucci) oltre che dei rappresentati dell’associazione di consumatori AECI Roma Sud. “Abbiamo voluto organizzare – ha spiegato ai presenti Piero Attiani - una assemblea pubblica per affrontare, in maniera costruttiva e senza strumentalizzazioni di alcun genere, un problema di grande impatto sociale che sta mettendo a rischio il diritto di tante famiglie valmontonesi e del territorio di avere un tetto sulla testa! Ringrazio per il supporto gli esperti legali dell’associazione dei consumatori A.E.C.I. Roma Sud che ci diranno come risolvere il problema in maniera concreta. Avevamo invitato i rappresentati della maggioranza ma siamo dispiaciuto della loro assenza e su questa cosa chiederemo un consiglio comunale ad hoc per trovare la strada in comune per risolvere il problema magari con una variante speciale".

“Ho voluto prontamente dare supporto al gruppo consiliare “Per Valmontone” in qualità di Presidente di AECI ROMA SUD, Associazione dei Consumatori – ha spiegato l’avv. Natalia Gioia - in quanto siamo presenti sia in ambito nazionale che sul territorio di Valmontone, per affrontare una tematica così rilevante a tutela dei cittadini destinatari del provvedimento di demolizione: cittadini di Valmontone ma non solo. Senza entrare nel merito di ogni singolo caso, che esamineremo insieme al Responsabile della Consulta Giuridica, Avv. Angela Buttarazzi e dal team dei legali di A.E.C.I. ROMA SUD specializzati in materia, la nostra Associazione chiede un intervento sollecito e prioritario per coloro i quali risiedono nell’alloggio oggetto di demolizione; priorità ma non esclusività. La prima casa va difesa. Ritengo che un Comune possa avere maggiore interesse e risorse attraverso una valutazione di costi-benefici legati ad una sanatoria, una acquisizione e ad ogni altro strumento amministrativo utile a tal fine… più che alla demolizione. Non si può inoltre permettere che, in questo periodo già critico per tanti altri fattori economico/lavorativi, i cittadini si vedano privati della casa di abitazione (nella quasi totalità dei casi “l’unica”) senza poter far valere il proprio diritto di “sanare” detta abitazione. I fondi previsti a favore delle demolizioni “potrebbero/dovrebbero” essere impiegati per far fronte ad altro tipo di necessità e di bisogni che il nostro paese vive e di più urgente rilevanza. La nostra Associazione dei Consumatori si è fatta portavoce della problematica da diverso tempo, attraverso la sede presente nel Comune di Giugliano in Campania (NA), la quale ha “vinto” la battaglia. Il Comune in questione, sensibile ai numerosi casi presenti, con una delibera di Giunta Comunale ha recepito e dato seguito alle richieste della nostra associazione a tutela dei cittadini del territorio. Mi auguro che la sensibilità venga prima della demolizione; al di la degli aspetti tecnico/giuridici che approfondiremo caso per caso l’unione fa la forza ed i Comuni, coesi, dovranno attivarsi a tutela dei propri cittadini. La nostra Associazione AECI ROMA SUD è disponibile a valutare ogni caso presso le proprie sedi presenti sul territorio di Valmontone, Via Casilina 185 (tel. 3481788768) e Frascati, via Cairoli 26 (tel.3249959867)”.

In chiusura di incontro anche l’acceso intervento del l’ex Primo cittadino di Valmontone Angelo Miele: “la casa non si tocca! Si stanno notificando a centinaia cittadini da parte delle amministrazioni comunali dei comuni ti cadenti la Procura della Repubblica di Velletri ordinanze di demolizione di edifici realizzati abusivamente negli anni scorsi. Per le famiglie raggiunte dal provvedimento la situazione è grave e da questa sera il movimento costituitosi nel corso di una assemblea pubblica tenutasi a Valmontone presso il Palazzo Doria ha deciso di mobilitarsi per risolvere positivamente il problema. Il principio dal quale parte movimento è il seguente: il cittadino che ha costruito la casa per la propria famiglia va premiato e non condannato ! Partendo da questo principio le amministrazioni pubbliche debbono prendere tutte le iniziative amministrative per tutelare i cittadini raggiunti dai provvedimenti di demolizione delle loro case. I comitati si costituiranno in ogni comune del Lazio e saranno assistiti per essere a disposizione dei cittadini dall'Associazione dei Consumatori Aeci Roma Sud diretta dall'Avv. Natalia Gioia. Il comitato con sede a Valmontone in via Casilina 187 terrà informati gli interessati sulle prossime iniziative unitamente ai consiglieri comunali Piero Attiani, Alessia Petrucci e Di Stefano Beatrice. Ai quali va il merito dell'Assemblea tenutasi oggi”.

DF

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento