Cronaca

Valmontone, la Fontana di via della Pace diventa una mega aiuola. Bellotti; Latini come gli estremisti islamici: annulla il passato

La giornata di oggi rappresenta un’altra brutta pagina per la storia di Valmontone che infoltirà le tante già scritte negli ultimi anni. In questi giorni l’Amministrazione Latini ha deciso di disfarsi della fontana

La giornata di oggi rappresenta un'altra brutta pagina per la storia di Valmontone che infoltirà le tante già scritte negli ultimi anni. In questi giorni l'Amministrazione Latini ha deciso di disfarsi della fontana

realizzata non tanto tempo fa all'uscita del casello autostradale, al centro della rotatoria dove inizia via della Pace. I lavori sono iniziati mercoledì alle 23 della sera e questa mattina ci sono state le proteste di alcuni abitanti della zona perchè alle 8 ancora erano in corso e si creava del disagio al traffico della zona. Sono dovuti intervenire gli esponenti delle forze dell'ordine (polizia e polizia locale) per far tornare alla normalità la situazione.

"Per onestà intellettuale debbo dire - spiega in una nota l'ex assessore Massimiliano Bellotti - che detta fontana, almeno con quei costi, non l'avrei mai realizzata ma, visti i soldi investiti su quel progetto, forse sarebbe stato il caso di gestirla in maniera differente al fine di non disperdere importanti risorse economiche.Mi spiego. Latini ci ha insegnato che la liberazione di Valmontone in questi tre anni è stata incentrata sull'annullare e distruggere tutto ciò che era stato fatto dalle precedenti amministrazioni. Quindi riversare quintali di terra su quella fontana rappresenta esattamente quello che è ed è stato il suo modus operandi. Se vogliamo forzare un paragone, è proprio la dinamica che usa l'estremismo islamico nel distruggere tutti i simboli che appartengono ad altre religioni od altri popoli.

Purtroppo non si riesce a dare continuità all'azione amministrativa della città a prescindere dall'appartenenza politica di chi la governa e questo, per i cittadini, rappresenta solamente un grande spreco di soldi che potrebbero essere utilizzati decisamente in modo migliore e più producente. Indubbiamente la gestione della fontana era dispendiosa: ma sono convinto che si poteva fare qualcosa di differente per mantenerla efficiente ed in funzione piuttosto che seppellirla. Per esempio avere una manutenzione più attenta e soprattutto eseguita da ditte specializzate. Tenerla chiusa sicuramente non ha giovato al mantenimento della fontana. Oppure utilizzare energie alternative per farla funzionare, dando alla cittadinanza la sensazione di credere veramente in un progetto ecologico serio e non solo bla bla bla. A proposito vorrei sapere da questa Amministrazione così attenta all'ambiente ed al progresso ecologico cosa ne pensa sul fatto che, sotto a quella montagna di terra che verrà riversata, rimarranno impianti elettrici, idrici e tutto il cemento utilizzato. Forse andava bonificato? Abbellire e mantenere decente l'arredo della città si può e si deve fare. Non in questo modo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmontone, la Fontana di via della Pace diventa una mega aiuola. Bellotti; Latini come gli estremisti islamici: annulla il passato

FrosinoneToday è in caricamento