menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
latini angeli almerighi

latini angeli almerighi

Valmontone, minacciata di morte la giornalista Federica Angeli, in città per un convegno

Momenti di tensione, a Valmontone, nel corso dell’evento sulla legalità, inserito nell’ambito del Mese della Pace, trenta giorni di iniziative organizzate per celebrare il 71esimo anno del bombardamento che distrusse la città. Durante

Momenti di tensione, a Valmontone, nel corso dell'evento sulla legalità, inserito nell'ambito del Mese della Pace, trenta giorni di iniziative organizzate per celebrare il 71esimo anno del bombardamento che distrusse la città. Durante l'iniziativa dedicata a Sandro Pertini, uomo, partigiano e politico che ha basato la propria esistenza su valori come la pace, la libertà, l'onestà e la giustizia sociale, sono arrivate minacce di morte alla giornalista di Repubblica, Federica Angeli, presente per portare una testimonianza sulla propria battaglia contro la criminalità organizzata che, da giornalista, conduce da tempo ad Ostia e la costringe a vivere sotto scorta. Le minacce, comunicate alla platea dal presidente del Consiglio comunale di Valmontone, Mirko Natalizia per spiegare quel trambusto, sono arrivate poco prima del suo intervento, un intervento sincero e appassionato che ha commosso i tantissimi presenti.

In una sala dell'Aria gremita di persone di ogni età, a Palazzo Doria Pamphilj, gli importanti ospiti presenti hanno ricordato la figura del presidente della Repubblica, Sandro Pertini: "è stato una capo di Stato diverso dagli altri - ha detto il sindaco, Alberto Latini - schietto, sincero, leale, coraggioso. Nemico giurato della corruzione e della mala politica. Si fa sempre un gran parlare di anti politica ma, più di 30 anni fa, Pertini fu un simbolo dell'antipolitica, come conferma questo libro, una critica durissima alla corruzione e alle caste di ogni tipo". Appassionati, e interessanti, gli interventi di tutti i relatori, dal deputato Emiliano Minnucci, all'europarlamentare Roberto Gualtieri, al presidente della Fondazione Bruno Buozzi, Giorgio Benvenuto, a Mario Almerighi, ex magistrato e grande amico di Sandro Pertini, nonché curatore del volume "L'Italia delle Mani pulite".

Ora l'attesa si sposta ai prossimi due eventi: venerdì 22 alle 10 a Palazzo Doria Pamphilj, per l'incontro con il giornalista Massimiliano Cochi, inviato di Tv2000 nelle zone di guerra e la premiazione dei ragazzi delle scuole di Valmontone che hanno partecipato al progetto dei laboratori didattici e consegna premi e sabato 23 maggio quando, con numerosi sindaci con i gonfaloni delle rispettive città, verrà conferito l'encomio solenne ad Emergency e cittadinanza onoraria al dottor Fabrizio Pulvirenti, il medico dell'Associazione inviato in Sierra Leone per l'epidemia di ebola che ha vinto la propria battaglia personale contro la malattia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento