Valmontone, presentata al pubblico la nuova associazione Apertamente

E' nata ufficialmente l'Associazione Apertamente. Il Gruppo di coordinamento formato da Alessandro Caporossi, Silvia Cerci, Giuseppe Marcelli, Floriana Nardecchia, Federica Petitto e Martina Puce si sono presentati pubblicamente alla città di...

E' nata ufficialmente l'Associazione Apertamente. Il Gruppo di coordinamento formato da Alessandro Caporossi, Silvia Cerci, Giuseppe Marcelli, Floriana Nardecchia, Federica Petitto e Martina Puce si sono presentati pubblicamente alla città di Valmontone nello scorso fine settimana.

L'idea del movimento nasce dall'esigenza di dare vita ad uno spazio politico locale che resti in contatto con i cittadini, aperto alle loro idee e che consenta un giudizio critico-costruttivo sulla gestione del nostro territorio. Apertamente intende rimettere al centro il cittadino attraverso l'attivazione di concreti strumenti di partecipazione che diano una nuova identità al “fare politica”, intesa come servizio che la popolazione rende a se stessa.

"L’Associazione considera la politica come “servizio” che ponga al primo posto l'interesse della collettività; questo significa vedere nella partecipazione del cittadino il punto di forza di un 'azione amministrativa.

Oggi i partiti sono vere è proprie macchine elettorali che si mettono in moto e si gonfiano in occasione di eventi elettorali, ed immancabilmenteperdono la necessaria aderenza con la società civile nel momento di governo e amministrazione della cosa pubblica.

Allora non pare peregrino pensare, che una partecipazione che parta dal basso possa portare ad una nuova forma di protagonismo della società civile, dalla quale può nascere una rinnovata democrazia della partecipazione finalizzata alla realizzazione e raggiungimento degli interessi generali.

Attraverso questa idea nasce un progetto programmatico che partendo dalle persone mira al benessere del proprio territorio, perseguendo una politica democratica, secondo precisi valori di impegno politico, amministrativo, di solidarietà ed uguaglianza dei diritti di tutti.

L'esigenza di un gruppo di “semplici” cittadini di riunirsi e costituire un movimento è nata da un'analisi politica da cui sono emerse le seguenti criticità:

- l'attuale scarsa partecipazione dei cittadini alle decisioni politico amministrative del territorio e la mancanza di una vera politica democratica basata sul coinvolgimento e la partecipazione;

- l'esistenza di una classe politica più protesa a garantirsi continuità e privilegi, che non a lavorare in favore della comunità;

- l'assenza di forme di tutela dei diritti del cittadino per quanto riguarda l’accessibilità agli stessi;

Per tali motivazioni l’Associazione si adopererà per coinvolgere le persone attive nel territorio e con voglia di cambiare le attuali logiche di fare politica.

Il movimento nasce con l’intenzione di essere una officina di idee e progetti a disposizione dei cittadini. E’ consapevole dell'importanza del confronto, e per questo si propone di mantenere contatti democratici con altre realtà politiche, associazioni, gruppi e istituzioni del territorio.

Gli aderenti al movimento hanno come riferimento per il loro impegno la “Qualità della Vita”, e il “Bene Comune”, intesi come insieme di attività e opere che creino il benessere dei cittadini e offrano la possibilità di vivere in relazione armonica con il territorio e con gli altri.

Tra gli obiettivi da raggiungere si devono considerare prioritariamente:

- raggiungimento di una qualità dei servizi resi ai cittadini adeguata alle reali possibilità di un centro urbano significativo come Valmontone. Oggi è innegabile che da questo punto di vista non si sia fatto abbastanza.

- La salvaguardia di un ambiente pulito e sano, dove si cerchi il possibile equilibrio tra l'edificato civile e commerciale e le aree agricole, la valorizzazione del verde e delle aree di pregio storico-ambientale, un controllo costante del territorio, cercando sempre le soluzioni più idonee a garantire le condizioni migliori in cui vivere.

Vanno trovate le risorse che servono, per gli interventi di prevenzione ambientale, i cui disastri rischiano di generare un costo molto più alto della manutenzione ordinaria. Il deterioramento del territorio, le conseguenze dei cambiamenti climatici, la cattiva gestione dell’acqua e dei rifiuti, producono spese sempre più insostenibili, ed ancora non si intravvedono concrete ed adeguate misure da mettere in campo.

- L'attenzione alle esigenze materiali e non del cittadino, la valorizzazione del sostegno alle fasce più deboli, per la condivisione e la diffusione di una cultura di serena convivenza.

Apertamente si propone alla comunità cittadina quale interlocutore privilegiato con la politica locale, con la quale intende interfacciarsi, con spirito di proposta, sollecito ma anche denuncia e critica.

L’obiettivo è di accendere un faro sulle questioni irrisolte della Città e portarle all’attenzione dell’opinione pubblica, farsi da tramite con le istituzioni anche attraverso proposte e soluzione alle medesime problematiche.

Oggi di fatto non esistono contenitori in grado di formulare proposte di cambiamento all’interno della Città e le poche idee che provengono dai singoli cittadini, non hanno la necessaria attenzione, e sono portate all’attenzione di chi amministra solo in forza di un rapporto privilegiato con il politico di turno.

Riteniamo tutto ciò possibile attraverso il leale coinvolgimento e confronto con gli interlocutori che vorranno dare una mano e partecipare attivamente, non siamo interessati ad avere numeri fittizi di iscritti che restano solo sulla carta e di fatto non contribuiscono concretamente a sviluppare un progetto di sviluppo e di cambiamento fondato sulla partecipazione piuttosto che sull’esclusività e il privilegio, tenuto conto che una comunità ha il dovere di progettare e programmare il proprio futuro". Il gruppo di coordinamento dell'Assoc. Apertamente (Servizio fotografico Pantaphoto)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento