Valmontone, scoppia la bombola del Gpl. Auto a fuoco. Paura a S. Anna

Un sabato mattina movimentato, a tratti teso e dai risvolti incerti quello del 5 novembre a Valmontone: un’autovettura ha preso fuoco; per una mera casualità fortunata l’increscioso accadimento non si è trasformato in una tragedia.

Un sabato mattina movimentato, a tratti teso e dai risvolti incerti quello del 5 novembre a Valmontone: un’autovettura ha preso fuoco; per una mera casualità fortunata l’increscioso accadimento non si è trasformato in una tragedia.

Intorno alle 12:15 una Ford “Fiesta 5° Serie” – anno 2011, guidata da un uomo di mezza età (45 – 50 anni di età), residente nella popolosa area dei Monti Prenestini, sulla quale si susseguono realtà di medio – piccole dimensioni, ha percorso la rampa di accesso dell’ampio parcheggio del supermercato “Antonetti” S.r.l. (ex Maxi) e qui si è arrestata ordinatamente. Non appena il guidatore ha chiuso il mezzo lo stesso, in un battibaleno, ha preso fuoco. La Ford “Fiesta” del malcapitato ha un impianto “Gpl – benzina”; dai primi rilevamenti sembrerebbe che il fatto sia da imputare ad un malfunzionamento dello stesso, non essendo state apprezzate ed avanzate altre ipotesi a giustificazione dell’increscioso evento che, considerata l’ampiezza e la voluminosità delle fiamme, ha impaurito moltissimo, anzitutto i più piccoli. La prontezza e la reattività del proprietario dell’auto avvolta dalle fiamme hanno evitato il peggio, e cioè che le stesse si estendessero anche attorno alle vicine: egli, infatti, ha chiesto immediatamente aiuto ai dipendenti del supermercato, che si sono adoperati alacremente, anche con la fattiva collaborazione di un volontario dei Vigili del Fuoco della cittadina lepina di Montelanico che, nella fatalità, si è trovato al posto giusto nel momento del bisogno. Grazie alla padronanza che il giovane volontario ha dimostrato di avere nel dominare l’incendio lo stesso si è dissolto dopo circa un quarto d’ora, durante la quale importantissimo si è rivelato l’agire di due intraprendenti ragazzi che, utilizzando degli idranti, seguendo i consigli “dell’esperto”, hanno vinto uno stato di cose che si stava facendo serio. Gli uomini e le donne dei Vigili Urbani e dei Carabinieri di Valmontone sono sopraggiunti, così come i Vigili del Fuoco di Colleferro che, con efficacia, ognuno per le proprie specifica mansioni, hanno posto in essere una buona attività di sicurezza in un ampio perimetro limitrofo la Ford “Fiesta”: è stata evitata da evitare ogni problematica ulteriore. E’ bene tutto quel che finisce bene. E’ il caso di affermarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fil. Cap.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento