Cronaca

Valmontone, tracce di topi nella scuola Padre Pio nel Villaggio rinascita. Genitori sul piede di guerra. Il Sindaco la chiude

Genitori infuriati con l’amministrazione Latini e con le istituzioni scolastiche per quello che sta avvenendo nella scuola Padre Pio del Villaggio Rinascita di Valmontone. Qui da giorni sono presenti e ben evidenti degli escrementi di topo in...

Genitori infuriati con l'amministrazione Latini e con le istituzioni scolastiche per quello che sta avvenendo nella scuola Padre Pio del Villaggio Rinascita di Valmontone. Qui da giorni sono presenti e ben evidenti degli escrementi di topo in diverse zone del plesso e sui cornicioni delle finestre. I genitori hanno fatto presente la situazione anche con una lettera ed oggi hanno deciso di non far entrare i loro figli a scuola. Questo plesso scolastico è in una situazione molto difficile e nella parte bassa vi è un magazzino con molto materiale deteriorato ed in stato di abbandono e molto probabilmente è proprio qui che si nascondono i piccoli roditori. Per l'amministrazione Latini un'altra grana legata alle scuole dopo che in consiglio nei giorni scorsi era emerso grazie ai consiglieri di opposizione Attiani e Petrucci il fatto, ulteriormente grave, della mancanza di manutenzione agli estintori in tutte le scuole comunali che andava avanti da oltre un anno. Il capogruppo Pizzuti aveva rassicurato dicendo che in questi giorni sarebbero partite le verifiche per la messa in sicurezza dei sistemi antincendio.

Di seguito la nota stampa del Sindaco Latini che ne decreta la chiusura da lunedì prossimo:

"Nella scuola Padre Pio, al Villaggio Rinascita, occorre un intervento profondo e radicale per eliminare definitivamente la presenza di ratti che, nonostante le ripetute bonifiche effettuate (4 volte negli ultimi due mesi), non si riesce a debellare definitivamente. E' per questo che lunedì 14 aprile la scuola sarà chiusa, con apposita ordinanza, per consentire un'azione più forte tesa, oltre che alla disinfezione e derattizzazione dei locali, anche alla rimozione di quelle situazioni, nel piano seminterrato, prima fonte del disagio per la presenza di materiale vecchio e, in qualche caso, deteriorato".

Il sindaco Alberto Latini commenta così la decisione, a fronte dell'ennesimo ritrovamento di tracce di roditori nella scuola, di emettere un'ordinanza di chiusura della scuola ed avviare un'azione massiccia e profonda di bonifica. Oltre alla ditta per la disinfestazione, infatti, sarà chiamata ad intervenire un'ulteriore ditta per sgomberare i locali magazzino dal materiale superfluo.

Occorre, invece, una soluzione anche amministrativa per cercare di rimuovere tutto il materiale, di proprietà di un privato, che il sindaco del tempo Angelo Miele fece ricoverare nei magazzini della scuola in quanto appartenente ad una vertenza tra privato e Comune.

"Quel materiale - spiega Latini - con il passare degli anni si è in parte deteriorato, creando un habitat favorevole all'insorgere di simili fenomeni. Stiamo cercando di capire come fare per toglierlo, visto che non è nella nostra disponibilità, ma va assolutamente sgomberato".

Lunedì mattina è previsto a scuola un sopralluogo con i tecnici del Comune, la dirigenza scolastica, il consiglio d'istituto e l'ufficio igiene e ambiente della Asl RmG, per stabilire se le azioni messe in campo risulteranno essere state efficaci e se la scuola potrà tornare a funzionare regolarmente.

"Superato il livello dell'emergenza - conclude il sindaco - potremo effettuare ulteriori interventi sulla scuola tutta, per dare piena efficacia e ricreare condizioni ottimali per alunni ed insegnanti. Riguardo la preoccupazione sollevata da qualche genitore sulla presenza, nel plesso, di alcune trappole ed esche per roditori, voglio tranquillizzare tutti perché si tratta di prodotti fatti specificamente per queste situazioni che non creano alcun problema a chi si trova nei locali e non rappresentano alcun rischio per la salute".

DF

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmontone, tracce di topi nella scuola Padre Pio nel Villaggio rinascita. Genitori sul piede di guerra. Il Sindaco la chiude

FrosinoneToday è in caricamento