Cronaca

Velletri, inchiesta CODICI. Nonostante 12 milioni di euro d'investimenti ancora 3mila abitanti non hanno l'acqua potabile

Continua l’inchiesta di Spazioconsumatori.tv sull’acqua.  Nella precedente puntata dell’inchiesta sull’acqua, Spazioconsumatori.tv aveva parlato dello strano paradosso degli investimenti: mentre la tariffa idrica a carico dei cittadini aumenta, il...

Continua l'inchiesta di Spazioconsumatori.tv sull'acqua. Nella precedente puntata dell'inchiesta sull'acqua, Spazioconsumatori.tv aveva parlato dello strano paradosso degli investimenti: mentre la tariffa idrica a carico dei cittadini aumenta, il gestore del servizio, nello specifico Acea Ato 2, riduce gli investimenti.

Con quali risultati? Per capirlo la web tv è andata a Velletri, una cittadina di 50.000 abitanti immersa nel verde dei Castelli Romani. Qui il problema acqua è talmente serio che la nuova giunta ha persino creato un'apposita delega per l'Assessore ai Beni Comuni, "Rete idrica e rapporti con Acea". Perché si è reso necessario tutto ciò? "Perché a volte è un problema tenere rapporti con Acea" - commenta Sergio Andreozzi, Assessore ai Beni Comuni Velletri. Il primo e principale problema che il Comune di Velletri e Acea hanno dovuto affrontare si chiama arsenico, uno dei più insidiosi veleni che da queste parti si trova naturalmente nelle acque sotterranee. In passato nessuno se ne curava, poi sono arrivati i nuovi parametri di potabilità dell'Unione Europea e questo territorio, come molti altri in Italia, si è trovato gravemente al di sopra dei limiti. A quel punto l'Acea Ato 2, in quanto gestore del servizio idrico, non ha avuto altra scelta se non chiudere i pozzi più inquinati o installare dei potabilizzatori. "Sul versante arsenico Acea ha fatto tutto quello che poteva fare per adeguarsi alla percentuale di arsenico prevista per legge. Non ci è riuscita in particolare sul pozzo Le Corti" - continua l'Assessore. Sarebbe necessario realizzare un impianto di potabilizzazione ed in effetti il progetto è già pronto, ma è previsto in un sito di proprietà privata, ragione per cui è necessario un esproprio, che deve essere eseguito da enti sovra comunali. "Il progetto - continua Sergio Andreozzi - è pronto almeno da un anno". Nel frattempo, il 31 dicembre 2012 è scaduta l'ultima deroga europea che fino a quel momento aveva consentito ai cittadini di consumare acqua con livelli di arsenico superiori ai limiti di legge. Quindi dal 1 gennaio l'acqua del pozzo Le Corti è diventata non potabile. "Ma il pozzo serve tutta la zona di campagna a sud est - informa l'Assessore - ben 3000 abitanti che non hanno l'acqua potabile, non possono cucinarci, né berla e nei casi di patologie dermatologiche non possono usarla nemmeno per lavarsi". Non potendo più consumare l'acqua di casa, per gli abitanti di Velletri è infatti cominciato il calvario. I cittadini oggi sono costretti a usare l'acqua di un apposito serbatoio, oltre a quella di un sistema di acqua refrigerata. È lecito chiedersi se a fronte di questo disagio i cittadini abbiano avuto una riduzione tariffaria. La risposta è no, nella maniera più assoluta. Nessuna riduzione tariffaria neanche per le famiglie del centro storico, che hanno l'acqua in casa solo per poche ore al giorno. A onor del vero, c'è da considerare che negli ultimi sette anni di gestione di Acea si riconoscono alcuni miglioramenti, ma la situazione è ancora oggi fin troppo problematica. Insomma, si può affermare che a Velletri la rete idrica fa acqua da tutte le parti. Ma invece che rifarla da capo si interviene solo sulle emergenze. E pure in ritardo. I cittadini, infatti, si trovano sempre più spesso davanti a perdite idriche su strada che vengono riparate solo dopo una decina giorni. Sul piatto della bilancia ci sono i 12 milioni che Acea ha promesso di investire su Velletri. Da due anni se ne parla, ma probabilmente, dell'intera somma, solo un milione e mezzo è stato veramente investito. Per vedere il servizio completo "Viaggio a Velletri. Dove l'acqua potabile in casa è un optional" è possibile cliccare qui oppure collegarsi al sito www.spazioconsumatori.tv.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velletri, inchiesta CODICI. Nonostante 12 milioni di euro d'investimenti ancora 3mila abitanti non hanno l'acqua potabile

FrosinoneToday è in caricamento