Veroli, presi con l'auto piena di dispositivi per rilevare le radio frequenze e pronti a rubare

Due uomini sono stati denunciati dopo essere stati fermati dai carabinieri in pieno centro. A Paliano un 20enne è stato trovato con un cellulare rubato in casa

Presi mentre erano pronti ad entrare in azione con la macchina piena di attrezzi per rubare. I carabinieri in pieno centro a Veroli, nei giorni scorsi, hanno scoperto un 38enne ed un 59enne di origini campane, entrambi già censiti per reati contro il patrimonio e la persona.

La perquisizione della macchina

A seguito della perquisizione del veicolo i carabinieri hanno trovato all’interno del mezzo vari attrezzi da scasso e, abilmente occultati all’interno di un radioregistratore cd portatile, alcuni dispositivi artigianali utilizzati per il rilevamento delle frequenze radio per aprire autovetture, cancelli automatici e altri dispositivi a radio frequenza a lunga distanza, il tutto sottoposto a sequestro.

La denuncia

I due ladri sono stati deferiti in stato di libertà per “possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli“ e sono stati proposti per la misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in quel comune per anni tre.
 

A Paliano scoperto con un cellulare rubato in casa

I Carabinieri della Stazione di Paliano, sempre nei giorni scorsi, hanno deferivano in stato di libertà un 20enne del luogo, incensurato, poiché resosi responsabile del reato di “ricettazione”. 
Nel corso delle indagini relative alla denuncia di furto di uno smartphone, presentata nello scorso mese di agosto da un uomo di Paliano, i militari operanti raccoglievano univoci e coincidenti elementi di colpevolezzanei confronti del 20enne presso la cui abitazione, a seguito di perquisizione, veniva rinvenuto il telefonino rubato, posto sotto sequestro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento