Veroli, accusato di tentato omicidio evade dai domiciliari e finisce in carcere

Roberto Ciarelli, il pregiudicato di Latina salito agli onori della cronaca per aver quasi ucciso di botte un vigilantes, è stato arrestato dagli investigatori della Squadra Mobile di Frosinone

Avrebbe violato più volte gli arresti domiciliari e per questo motivo Roberto Ciarelli, il 22enne di Latina, salito agli onori della cronaca per aver quasi ucciso di botte un vigilantes, è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Frosinone in collaborazione con i colleghi di Latina.

I fatti

Ciarelli da qualche tempo era residente a Veroli e si è visto notificare una misura di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Latina, la dottoressa Castriota. Dopo una latitanza Ciarelli che era ricercato per il tentato omicidio, in concorso con altre persone, di un addetto alla vigilanza in servizio presso il supermercato ‘Carrefour’ di Latina zona Piccarello ed avvenuto nel gennaio del 2018, si era costituito presso il penitenziario di Pescara poi aveva ottenuto la detenzione domiciliare che, secondo quanto accertanto dalla Polizia di Stato, avrebbe più volte violato. Per questo motivo è stato trasferito nel carcere di Frosinone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento