Veroli, gravi carenze igieniche: chiusi due centri di accoglienza per immigrati

Blitz dei Carabinieri e dell'Asl in diverse strutture che ospitano stranieri. Riscontrate situazioni di estremo degrado strutturale. Le cooperative fanno riferimento alla Diocesi di Frosinone

Blitz dei carabinieri della Compagnia di Alatri che a Veroli, congiuntamente a personale ASL - ufficio igiene di Frosinone - e dell'ufficio tecnico del Comune di Veroli, hanno proceduto ad un controllo straordinario del centro di accoglienza straordinaria C.A.S. per extracomunitari.

Gestite dalla Diocesi

La struttura, situata presso la Casa Parrocchiale di Veroli, via Castel Massimo unitamente al centro di pronta accoglienza "don Andrea Coccia", situato sempre nella stessa via, è gestita dalla società cooperativa diaconia arl onlus servizi socio sanitari per conto della diocesi Frosinone-Veroli-Ferentino.

L'intervento del Comune

A seguito del controllo sono emerse serie ed evidenti carenze sia strutturali, sia sotto il profilo igienico-sanitario. Pertanto, il sindaco del comune di Veroli ha emesso un ordinanza di sgombero dei predetti centri con immediato allontanamento delle persone ivi alloggiate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento