Veroli, hanno tentato di truffare un istituto religioso

Ieri mattina, in Veroli, i militari della locale Stazione a conclusione di attività investigativa deferivano in stato di libertà per tentata truffa in concorso un 37 enne siciliano, con precedenti per analoghi reati, il quale unitamente ad una...

Ieri mattina, in Veroli, i militari della locale Stazione a conclusione di attività investigativa deferivano in stato di libertà per tentata truffa in concorso un 37 enne siciliano, con precedenti per analoghi reati, il quale unitamente ad una donna, al momento non ancora identificata, si è reso responsabile di una tentata truffa ai danni di un Istituto religioso di quel Centro.

In particolare i due, spacciandosi telefonicamente per impiegata e direttore dell’Ufficio postale della Città ernica contattavano l’istituto religioso invitando l’economa a versare una somma di denaro su un conto corrente da loro indicato, riferendogli falsamente che detta somma era stata erroneamente accreditata sul conto corrente dell’Istituto. Il reato non si portava a compimento per la scaltrezza della religiosa che intuito l’inganno si è rivolta ai Carabinieri che, immediatamente informati, sono riusciti prontamente ad identificare l’uomo. Sono tuttora in corso le indagini per identificare anche la complice.

VEROLI, SEGNALAZIONE IN PREFETTURA DI DUE GIOVANI

Questa mattina, in Ceprano, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà un 33enne del luogo, già titolare di specifici reati, resosi responsabile di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

I militari operanti, nel contesto delle attività finalizzate al contrasto dell’illecito traffico di sostanze stupefacenti, nella serata del 5 maggio 2017 eseguivano una perquisizione domiciliare nei confronti del prevenuto, che permetteva di rinvenire e contestualmente sequestrare gr 11,10 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”.

CEPRANO, DEFERITO SPACCIATORE

Questa mattina, in Ceprano, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà un 33enne del luogo, già titolare di specifici reati, resosi responsabile di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari operanti, nel contesto delle attività finalizzate al contrasto dell’illecito traffico di sostanze stupefacenti, nella serata del 5 maggio 2017 eseguivano una perquisizione domiciliare nei confronti del prevenuto, che permetteva di rinvenire e contestualmente sequestrare gr 11,10 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento