Cronaca Veroli

Veroli, ventenne ferito ad polpaccio con il fucile da caccia del padre

Il tragico episodio è accaduto nella frazione di Santa Francesca. L'uomo aveva appoggiato su un muretto l'arma che è caduta a terra per errore. E' partito accidentalmente uno sparo che ha preso il ragazzo

Tragedia sfiorata ieri pomeriggio a Santa Francesca, una frazione di Veroli, dove un ragazzo è stato colpito accidentalmente ad un polpaccio con il fucile da caccia del padre. Le sue condizioni comunque non sarebbero gravi. 

La ricostruzione

Dalle prime informazioni raccolte sembrerebbe che il genitore, un uomo di 50 anni, rientrando da una battuta di caccia avrebbe appoggiato il fucile sul muretto di cinta della sua abitazione. Sfortunatamente però alcuni gatti sono saltati sopra l'arma che lentamente è scivolata a terra. E proprio nella caduta del fucile è partito un colpo che ha ferito di striscio ad un polpaccio il figlio di venti anni che stava sopraggiungendo in quel momento 

La corsa in ospedale

Il giovane che perdeva molto sangue è stato trasportato presso l'ospedale di Sora dove i medici hanno provveduto a prestargli le cure del caso. Come già accennato la ferita riportata non è grave ed il giovane non sarebbe in pericolo di vita. Sul posto per ricostruire la dinamica dell'incidente i carabinieri della stazione di Veroli unitamente ai colleghi della compagnia di Alatri. Non è escluso che il cinquantenne possa essere denunciato per omessa custodia del fucile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veroli, ventenne ferito ad polpaccio con il fucile da caccia del padre

FrosinoneToday è in caricamento