Cronaca

Vicenza, il sergente labicano Alessandro Di Cola tra gli artificieri che hanno disinnescato la grossa bomba di oltre 1800 chili

Tra gli artificieri dell’Esercito italiano che nella giornata del 25 Aprile hanno disinnescato con successo la bomba inglese da 1.800 chili (residuato bellico) ritrovata nell’area dell’ex Aeroporto Dal Molin nel comune di Vicenza vi era anche, con...

Tra gli artificieri dell'Esercito italiano che nella giornata del 25 Aprile hanno disinnescato con successo la bomba inglese da 1.800 chili (residuato bellico) ritrovata nell'area dell'ex Aeroporto Dal Molin nel comune di Vicenza vi era anche, con un ruolo molto delicato, il Sergente labicano Alessandro Di Cola (in foto in un momento dell'operazione) che da tempo presta servizio nella caserma Battisti di Trento con il Genio Guastatori. Per il sergente 32enne di Labico ancora una bellissima operazione portata a termine con successo, un'operazione che ha lasciato con il fiato sospeso le oltre 25 mila persone che sono state evacuate dalle loro abitazioni ed i familiari dei ragazzi dell'esercito che hanno portato a termine l'operazione. La bomba è stata caricata su un camion dell'Esercito, e da lì trasferita verso una cava di Orgiano, nel basso vicentino, dove è stata completata la rimozione della carica esplosiva: 1.300 kg di pericoloso 'minol 2', ammonio nitrato con l'aggiunta di alluminio. Non c'è stato il classico 'brillamento' dell' esplosivo, che è stato invece reso inerte e verrà smaltito con speciali caldaie in un sito idoneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, il sergente labicano Alessandro Di Cola tra gli artificieri che hanno disinnescato la grossa bomba di oltre 1800 chili

FrosinoneToday è in caricamento